Home Cronaca Cronaca Genova

A 26, dopo le proteste dei cittadini oggi finalmente riaperto in entrata il casello di Masone

0
CONDIVIDI
Disastro Mit e autostrade, protesta a Masone (foto di repertorio fb)

Disastro Mit e autostrade. Cantieri infiniti in Liguria.

Dopo le proteste contor l’isolamento, anche di sabato scorso per strada con un presidio di cittadini e amministratori della zona, stamane sulla A26 Genova Voltri-Gravellona toce è stato finalmente riaperto, in entrata, il casello di Masone.

Lo hanno annunciato i responsabili della la direzione di tronco di Genova di Autostrade per l’Italia.

Il casello era stato chiuso il 9 giugno scorso a causa di una frana.

Per la riapertura si è adottata una procedura ad hoc, che prevede il monitoraggio continuo del versante esterno interessato dal movimento franoso, anche con una telecamera operativa h24 e una stazione meteorologica con anemometro per la registrazione continuativa delle precipitazioni atmosferiche.

Sono stati inoltre realizzati due piezometri per l’individuazione del livello di falda e due inclinometri per la misurazione di eventuali deformazioni del versante.

Lo svincolo è inoltre presidiato con due postazioni fisse: una in prossimità della rotonda al confine tra l’area di competenza di Aspi e la viabilità esterna, l’altra in corrispondenza della stazione su cui insiste la frana.

“Sulla base del costante monitoraggio – hanno spiegato da Aspi – delle informazioni derivanti dalla strumentazione si valuteranno eventuali chiusure precauzionali della stazione di Masone, in caso di superamento delle soglie prefissate rispetto agli eventi di precipitazione atmosferica che verranno rilevati”.