Home Consumatori Consumatori La Spezia

5Terre Express allunga percorso, Toti : nuovo capolinea nella stazione di Migliarina

0
CONDIVIDI
Treno nel Levante ligure (foto di repertorio)

Il 5 Terre Express allungherà il percorso, dopo opportuni interventi (48 mesi il tempo previsto per i lavori, non ancora certa la data di inizio), per offrire nuovi servizi ai turisti: capolinea nella stazione di Migliarina, connessione con un nuovo parcheggio di interscambio, adeguamento e potenziamento delle infrastrutture con la creazione di un binario tronco dedicato.

Questi i punti principali dell’intesa siglata oggi alla Spezia dal governatore ligure Giovanni Toti, dal sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini e dall’amministratore delegato e direttore generale di RFI Maurizio Gentile, per risolvere i problemi legati alle necessità di interconnessione tra 5 Terre Express e pullman turistici, autobus di linea e automezzi privati. Presente l’assessore regionale ai Trasporti Gianni Berrino.

I tempi previsti per il completamento dell’opera sono di due anni a partire dall’effettiva disponibilità da parte di RFI delle risorse necessarie. Il costo stimato è di 12 milioni di euro.

Il flusso di passeggeri da e per le Cinque Terre è cresciuto molto negli ultimi anni e ha un impatto non trascurabile sul traffico del centro cittadino e sulla stazione ferroviaria La Spezia Centrale, dove passano 280 treni al giorno.

La stazione La Spezia Migliarina, periferica ma poco distante dalla stazione centrale, con adeguati interventi infrastrutturali di potenziamento è adatta a diventare il punto di interscambio dedicato al servizio per le Cinque Terre. In particolare RFI dovrà definire con le imprese ferroviarie un nuovo modello di esercizio della stazione, individuare le necessità connesse alla sosta e al ricovero dei mezzi, progettare e realizzare tutti gli interventi che si rendono necessari.

“L’intesa di oggi – ha spiegato Toti – definisce un intervento non più rimandabile. Siamo orgogliosi della popolarità crescente delle Cinque Terre, ormai una delle destinazioni turistiche più note al mondo, ma dobbiamo anche essere all’altezza delle sfide logistiche conseguenti: abbiamo la responsabilità di garantire collegamenti adeguati a un flusso turistico imponente, destinato ad aumentare ancora nei prossimi anni con la realizzazione del terminal crociere nel nuovo waterfront. L’esperienza delle Cinque Terre deve rimanere il sogno che è per tutti, deve far parlare solo per la sua bellezza unica”.

“Ridefiniremo con Rfi – ha sottolineato Berrino – l’accordo per i servizi del trasporto pubblico locale per prolungare le tracce orario dei treni La Spezia Centrale-Levanto fino a La Spezia Migliarina, rimanendo nell’ambito dell’attuale contratto di servizio con Trenitalia e il Comune provvederà a concordare con RFI la sistemazione delle aree esterne alla stazione per la realizzazione del parcheggio di interscambio e a fare le modifiche necessarie alle linee di trasporto urbano. Specializzare la stazione di Migliarina come hub per il servizio Cinque Terre Express è ormai indispensabile. Quando sarà realizzato tutto ciò che l’intesa di oggi prevede, avremo un’ottimizzazione della mobilità turistica e cittadina: ne vedremo gli effetti soprattutto nel periodo marzo-novembre, quando si aggiungono altre 23 coppie di treni al giorno sulla tratta La Spezia Centrale – Levanto”.