Home Cronaca Cronaca Genova

A 96 anni uccisa da monossido killer, fuori pericolo marito

0
CONDIVIDI
Attenzione alle calderine difettose o malfunzionanti

Uccisa a 96 ani dal monossido killer. Non ce l’ha fatta Maria Spadafora, la pensionata genovese rimasta intossicata a Capodanno insieme al marito dalle esalazioni della calderina difettosa della sua casa in via Sparta a Sestri Ponente.

L’anziana è morta stamane nel punto di rianimazione dell’ospedale San Martino, dove era stata ricoverata subito dopo essere stata soccorsa. Ancora ricoverato invece il marito, subito giudicato fuori pericolo.

I coniugi erano stati soccorsi dal figlio che, non riuscendoli a contattare per telefono, si era insospettito e si era recato nell’alloggio dei genitori a cercarli. A sua volta leggermente intossicato.


Anche oggi pomeriggio due donne sono rimaste lievemente intossicate da monossido carbonio. L’incidente è avvenuto in un appartamento di via Dottesio a Sampierdarena. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 che hanno trasferito i feriti in ospedale e i vigili del fuoco, che hanno sigillato l’abitazione in attesa di effettuare alcune perizie tecniche sull’impianto di riscaldamento.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here