Home Cronaca Cronaca Genova

Strade di Genova senza pace: da via Perlasca a via Fillak per arrivare al ponte del Lagaccio

0
CONDIVIDI
Via Fillak

Come dice un antico proverbio genovese, o forse meglio dire un accidente che i nostri nonni si lanciavano durante una lite: “Che tu non abbia pace come le strade di Genova”, le strade della nostra città non hanno davvero pace.

Riapre oggi via Fillak, sulla sponda sinistra del torrente Polcevera con la strada che era stata chiusa lo scorso 7 maggio.

Via Perlasca

Ieri sera dalle 22, fino a cessate esigenze è stata, invece, chiusa via Perlasca, strada di collegamento tra il centro città e la Valpolcevera.

Le modifiche in via Perlasca chiusa dalle 22 di questa sera a cessate esigenze.

La chiusura è avvenuta per permettere l’avanzare dei lavori di ricostruzione del nuovo ponte. Nello specifico si tratta del posizionamento dei pali che serviranno in seguito alla costruzione dei piloni del nuovo viadotto.

La chiusura ha determinato diverse modiche al transito. Chiusa anche corso Perrone, nel tratto compreso tra via Perini e via Borzoli, sulla sponda destra del Polcevera per permettere il calo a terra dell’ultima trave gerber del ponte sul lato Ovest del cantiere.

Via 30 Giugno (foto di repertorio)

Resta invece aperta via 30 Giugno dove sono state create tre nuove fermate bus: una di fronte all’ingresso dello stabilimento Ansaldo; una all’altezza della passerella pedonale del Ponte di Rivarolo; e una in via San Donà di Piave in corrispondenza della rotatoria.

Ma le problematiche alle strade non finiscono qui.

A Sestri Ponente oggi verranno completati i lavori di ripristino della viabilità con via Luciano Manara che diventa a senso unico da ponente in direzione levante mentre via Angelo Siffredi torna a doppio senso di circolazione.

In Valbisagno resta invece chiuso fino a venerdì 17 maggio ponte Feritore.

Ponte Feritore

Mentre ad Oregina è ancora chiuso il ponte del Lagaccio e per il momento non è dato sapere quanto riaprirà.

Infine c’è la zona intorno a Brignole il cui cantiere è in continuo movimento.

Ora toccherà alla zona di via Fiume dove ci saranno delle modifiche alla viabilità.

Il ponte del Lagaccio quando era aperto al transito