Home Sport Sport La Spezia

Spezia, Pierini sul Viareggio: Torneo affascinanti

0
CONDIVIDI
Mercato Spezia, Kovalenko in arrivo dall'Atalanta
Spezia Calcio

Sono stati sorteggiati questa mattina i gironi della 72a Viareggio Cup, con gli aquilotti inseriti nel girone 4 insieme a Sampdoria, Aarhus e United Youth Soccer Stars e a fare il punto sul girone è il tecnico della formazione Primavera, Alessandro Pierini: “Come sempre poter disputare il Torneo di Viareggio è un grande onore e sarà affascinante poter affrontare formazioni proveniente da diverse parti del mondo, un modo di confrontarsi con altre culture calcistiche e che sicuramente aiuterà ogni singolo ragazzo a crescere.

Quest’anno il Torneo ha puntato su un ringiovanimento delle formazioni partecipanti, infatti potranno prendervi parte i calciatori nati dal 1° gennaio 2002, con soli tre fuoriquota 2001, pertanto potrò contare su un gruppo molto giovane, ma pronto a ben figurare in una competizione così prestigiosa e affascinante, senza timori e con tanta voglia di dimostrare il proprio valore.

Quando si affrontano gare così ravvicinate, bisogna cercare di sfruttare al meglio tutta la rosa a disposizione, in modo da avere sempre energie fresche ed inoltre credo che in queste competizioni l’aspetto mentale possa fare la differenza, perchè il recupero delle forze parte soprattutto dalla testa.

Il nostro girone? Affronteremo il derby ligure con la Sampdoria, sicuramente la favorita per il primo posto, una squadra guidata da un tecnico preparato e che in campionato sta ben figurando, dimostrando non solo individualità importanti, ma anche un’efficace organizzazione di gioco. Le altre due formazioni invece sono tutte da scoprire, con i danesi dell’Aarhus che avranno sicuramente grande fisicità come spesso accade nelle squadre nordiche, mentre per quanto riguarda gli americani del United Youth Soccer Stars, quello statunitense è un calcio in continua espansione, pertanto sono davvero curioso di vederli all’opera.

L’obiettivo? Innanzitutto ben figurare ed onorare sempre la maglia che i ragazzi indossano, cercando di proporre il nostro calcio e lottando su ogni pallone per guadagnare la qualificazione alla fase successiva”.