Home Consumatori Consumatori Genova

Sestri Levante: spiagge libere in sicurezza con servizi base

0
CONDIVIDI
Sestri Levante: spiagge libere in sicurezza con servizi base.

“Sestri Levante bella e sicura”. Questo è lo slogan della Giunta Comunale di Sestri Levate che rispetta il modello Fase due e le linee guida regionali. «Le persone dovranno stare distanziate anche quest’estate. Stiamo cercando di riorganizzare la città su questo concetto, dalla parziale pedonalizzazione di alcune aree, al controllo del territorio e delle spiagge.

I Protocolli per gli stabilimenti balneari: sono convinta che saranno applicati al meglio. Vogliamo salvaguardare e valorizzare la spiaggia libera. Siamo contrari a ridurre la spiaggia libera del nostro territorio, sarebbe stato discriminante.

Vogliamo rispettare il distanziamento e le precauzioni indicate dalle norme nazionali e regionali e di fornire servizi base a chi già ci andava prima del virus e a chi verrà.   ̶   Premette Ghio   ̶   Non è facile anche perché sono stati richiesti impegni gravosi ai Comuni senza attribuire risorse economiche per sostenerli. L’affidatario avrà la possibilità per quest’estate di noleggiare giornalmente lettini e sdraio ai bagnanti. In cambio chiediamo controllo degli accessi e anti-assembramento nel tratto assegnato e pulizia quotidiana della spiaggia».

La gestione delle spiagge del territorio di 50 mila metri quadrati di arenile libero divisi su 12 spiagge, sarà accomunata dall’utilizzo di un software che consentirà di monitorare in tempo reale le presenze sull’arenile. Sul nuovo portale www.sestrispiagge.it si potrà prendere visione delle spiagge cittadine e delle disponibilità di postazioni libere, oppure chiamando il call center dedicato: 800 911 778.

Nella Baia del Silenzio ogni nuovo accesso verrà consegnato un tagliando e il numero della postazione che sarà identificata in spiaggia da un cuscino in rafia bianco. E’ in corso la posa dei cartelli informativi, concordati con gli altri Comuni del Tigullio orientale per avere informazioni omogenee; alla riapertura degli arenili inizieranno i controlli delle prescrizioni da parte della Polizia Municipale, con il supporto della Capitaneria per evitare assembramenti di gruppi superiori alle quattro persone.

La Baia del Silenzio avrà una gestione particolare a cura di Mediaterraneo Servizi; sarà presidiata 7 giorni su 7, sarà accessibile attraverso gli ingressi di via Portobello, vico Andersen e piazzetta Stalli (mentre saranno chiusi gli accessi di via Cappuccini e vico Byron), saranno presidiati da personale professionista della sicurezza che regolamenterà e controllerà l’accesso all’arenile dalle 8 alle 20.

La spiaggia può contenere un centinaio di postazioni, in grado di ospitare un massimo di quattro persone, consentendo di gestire circa 50 mila accessi nella la stagione estiva 2020. ABov