Home Politica Politica Italia

Reddito cittadinanza, manina Lega: per stranieri ci vuole timbro Consolato. Altrimenti nisba

0
CONDIVIDI
Ministro dell'Interno Matteo Salvini

Stretta sul reddito di cittadinanza per gli stranieri. Provvidenziale “manina” della Lega.

Per gli extracomunitari diventa più complesso ottenere i soldi del reddito di cittadinanza perché oggi la Commissione Lavoro del Senato ha approvato un emendamento leghista al maxi decreto “che vincola l’accesso alla presentazione di una certificazione di reddito, patrimonio e nucleo familiare rilasciata dallo Stato di provenienza, tradotta in italiano e legalizzata dall’autorità consolare italiana”.

Sono ovviamente esentati i rifugiati politici e chi proviene da Paesi dai quali non è possibile ottenere la certificazione.

Il ministero del Lavoro avrà tre mesi per stilare la lista di questi (pochi) Paesi.