Home Cultura Cultura Genova

Panificio “Caligine” di Sori, 125 anni di focaccia di grande qualità

0
CONDIVIDI

Sicuramente una delle eccellenze di Sori, ridente località che si trova nella riviera ligure di levante, ad un tiro di schioppo da Genova.

Parliamo del Panificio Caligine, negozio storico situato nel cuore della cittadina.

Siamo andati a trovarli, e ci hanno ricevuto i titolari, Gianna Caligine e suo figlio Andrea Visca.

-Signora Giovanna, ci parli un poco della sua attività…

“Beh, andiamo molto indietro nel tempo – spiega la titolare – visto che la fondazione del nostro Panificio risale, al 1895, grazie a Maria Benvenuto in Caligine, detta “Marinin a Can Gianca”, perché pare avesse sempre un cane bianco legato fuori dal negozio”.

-Da allora strada ne avete fatta, siete sempre stati qui in via Mangini al numero 28?

“Siamo sempre stati in Via Mangini, ma qui al civico 28 prima c’era solo il laboratorio; con il negozio ci siamo trasferiti 31 anni fa, nel 1989. Prima eravamo una ventina di metri più verso il mare. La necessità di avere più spazio ed anche l’adeguamento alle nuove regole che non consentivano più il trasporto all’esterno dei prodotti da forno prima della vendita, ci ha spinti a trasferirci, ed oggi il vecchio negozio lo abbiamo trasformato in magazzino. Negli anni prima e dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando al posto del palazzo dove ora siamo, non c’era nulla, il laboratorio e tutti i forni si trovavano in Salita Sant’Antonio (più conosciuta come “Calersa”), e tutta la famiglia Caligine, uomini e donne, trasportavano per quella ripida scalinata ceste di pane pesantissime sulle spalle… Ma gli anni più duri – ricorda la signora Caligine – sono stati quelli della guerra, quando durante i bombardamenti da parte della Royal Air Force, il giovane Mario Caligine con suo padre Giovanni, furono costretti a proseguire la loro attività a Lago, poiché la situazione qui a Sori era diventata veramente pericolosa”.

-Chi porta avanti l’attività?

“Oggi il lavoro è portato avanti dalla sottoscritta, da mio marito Franco e da nostro figlio Andrea; siamo orgogliosi, perchè Andrea rappresenta la quinta generazione del panificio. Inoltre, voglio ricordare che quando è possibile è presente anche Marco, nostro figlio più grande. E naturalmente non dimentichiamo Christian e Fabrizio, i nostri due ottimi fornai, che sono il motore della nostra attività”.

-Oltre che Panificio, Caligine vuol dire anche pasticceria…

“Certamente – interviene il figlio Andrea – e produciamo tanti prodotti, dal dolce al salato, ma la gente ci conosce soprattutto per la focaccia “rotonda” del pomeriggio. In pasticceria ai nostri clienti piace moltissimo il rotolone al cioccolato, e vale la pena di ricordare il “focaccione” con l’uvetta e la farinata di grano turco… tutte ricette di Marinin, e risalgono quindi a 125 anni fa!”

-I vostri clienti sono prevalentemente di Sori?

“Si la maggior parte, anche se ne arrivano anche da fuori, soprattutto da Pieve Ligure, ma anche da Recco e Bogliasco”.

-Avete avuto problemi con il COVID 19?

“Per nostra fortuna, possiamo dire di no; certo abbiamo dovuto cambiare diverse cose, ed adeguarci ai nuovi tempi, sia per la nostra salute che per quella dei nostri clienti, e li accogliamo in tutta sicurezza. Il momento è nuovamente difficile, ma teniamo duro sperando di tornare alla normalità il prima possibile”.

-Progetti per il futuro?

“Di sicuro – dice sorridendo la signora Gianna – non cambieremo mai il nome: Caligine rimarrà per sempre. Per il resto, in un mondo dove i supermercati ormai la fanno da padrone e le piccole attività soffrono e sempre più spesso chiudono, ci salverà il fatto di continuare a far bene il nostro lavoro. Pensi che qui in Via Mangini prima c’erano tantissimi negozi ed attività, adesso siamo rimasti noi e la rivendita di Tabacchi…” se siamo ancora qui dobbiamo infine ringraziare le generazioni che ci hanno preceduto che, grazie al loro duro lavoro, ci hanno reso quelli che siamo; mi riferisco a Marinin Benvenuto, Giovanni Caligine, sua moglie Caterina Olcese, e poi Mario Caligine con la moglie Gina Polipodio, ed ancora i fratelli Gino ed Andreina Caligine”.

Bene, ringraziamo ala signora Gianna Caligine ed il figlio Andrea per la bella chiacchierata sulla storia del loro panificio. Per i buongustai, “Caligine” è aperto dal lunedì al sabato dalle 7.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00. Chiuso il mercoledì pomeriggio e la domenica tutto il giorno.

Simone Sioula Mora