Home Sport Sport Genova

Pallanuoto, Coppa Italia: derby ligure in semifinale

0
CONDIVIDI

Scattata la trentesima edizione del trofeo tricolore. Ad Albaro, piscina che domenica verrà intitolata al compianto Marco Paganuzzi ex allenatore del Quinto scomparso nel 2018 a soli 46 anni, il primo squillo è dei campioni d’Europa e detentori del titolo da otto edizioni consecutive della Pro Recco. Primo tassello verso il sedicesimo trofeo tricolore battendo in scioltezza 21-3 la Pallanuoto Trieste.

Quattro reti di un ritrovato Matteo Aicardi, da subito protagonista nel match con una doppietta dopo un minuto. Tutti in gol i giocatori di movimento tranne Velotto e Nicholas Presciutti. Trieste, priva di Bini e Mladossich, subisce una punizione amara e trova gloria con il portiere Oliva bravo anche a parare un rigore a Cannella.

Derby ligure in semifinale perchè la RN Savona vince 18-6 contro l’Anzio Pallanuoto nel secondo quarto di finale e si regala una semifinale d’autore. L’Anzio tiene botta i prime due tempi chiusi sotto di quattro lunghezze (3-7) poi cede sotto i colpi dell’attacco biancorosso guidato dall’azzurro Andrea Fondelli che, con una quaterna, detta i ritmi ai compagni bravi tutti ad assecondarlo e a trovare la rete personale. Giorgetti e Casasola (bis) provano a reggere l’urto per i laziali ma il break nel finale di 6-0 chiude ogni velleità dei nerazzurri.

Un vibrante ultimo match della serata scalda il pubblico sugli spalti e davanti alle telecamere di Waterpolo Channel. Dopo una serie di rigori passa il Telimar Palermo che batte solo ai tiri di rigore per 13-11 i padroni di casa dell’Iren Genova Quinto, bravissimi a trovare il pareggio sul 9-9 all’ultimo secondo col bel diagonale di Ravina. Lo stesso numero sei nero insieme al compagno Gitto si fanno ipnotizzare da Nicosia, che neutralizza i due cinque metri nella serie che regala la semifinale ai siciliani come lo scorso anno. La partita aveva visto continui ribaltamenti di fronte con la Telimar più volte in vantaggio (6-4, 8-6) ma sempre recuperata da uno splendido Figari che per una sera sembra vestire la calottina del Settebello, con cui ha vinto due mondiali, e trascina i compagni con una quaterna d’autore. Nel finale palpitante Occhione trova l’angolino destro per il 9-8. Poi Figari esce per tre falli, ma i biancorossi hanno ancora la forza di entusiasmare il pubblico e riagganciare all’ultimo gli avversari. La lotteria dei rigori parla americano con Irving che timbra il tiro decisivo.
Nel quarto di finale precedente, trasmesso da Rai Sport + HD, l’AN Brescia supera il CC Ortigia per 10-8. La partita, terminata 9-9 un mese fa in campionato nel girone del Round scudetto, si apre con tanta intensità, ma anche molti errori in superiorità numerica. Dolce segna l’1/6 dell’AN Brescia, poi è ripreso dalla beduina di Klikovac, su assist verticale di Vidovic, con l’Ortigia ferma sullo 0/2. Nel secondo tempo i campioni d’Italia si sganciano. Passano prima con Di Somma (2-1) e poi con Alesiani (3-2) in superiorità numerica, quindi strappano con Vapenski (4-2), con un tiro preceduto da una mezza finta, e Costantin Bicari (5-2) in più (3/8). L’Ortigia fallisce una doppia superiorità, Presciutti no per il +4 (6-2, 4/9). Una clamorosa parata di Tesanovic, su Napolitano a colpo sicuro, e un errore di Lazic, in controfuga solitaria, portano al cambio campo. L’Ortigia rialza la testa nel terzo parziale trasformando con Rossi (2/9) e Vidovic (3/10) due superiorità numeriche inframmezzate da una controfuga di Presciutti per il 7-4 che apre l’ultimo quarto. L’AN Brescia rallenta troppo presto così due perle di Condemi riportano in scia i siciliani (7-6) e Rossi piazza il diagonale del pari (7-7) a 4’47 da giocare. Ma i campioni d’Italia rispondono subito con Di Somma tornando al gol in superiorità numerica (5/13) e poi sfruttando un 3 contro 2 dai cinque metri (9-7). Rossi alimenta ancora la speranza in extraman (4/11), ma Dolce sistema tutto (10-8) e firma il passaggio alle semifinali.

Segue programma gare ed albo d’oro:

Venerdì 11 marzo / Quarti di finali
B) Pro Recco-Pallanuoto Trieste 21-3 in diretta streaming su Waterpolo Channel
C) RN Savona-Anzio Waterpolis 18-6 in diretta streaming su Waterpolo Channel
A) AN Brescia-CC Ortigia 10-8 in diretta su Rai Sport + HD e in diretta streaming su www.raisport.rai.it
D) Telimar Palermo-Iren Genova Quinto 13-11 dtr (9-9) in diretta streaming su Waterpolo Channel

Sabato 12 marzo / Semifinali
Pro Recco-RN Savona alle 17:00 in diretta streaming su www.raisport.rai.it e in differita alle 00:30 su Rai Sport + HD
AN Brescia-Telimar Palermo alle 19:00 in diretta streaming su www.raisport.rai.it e in differita a seguire su Rai Sport + HD

Domenica 13 marzo / Finali
Finale 3° posto alle 14:00 in diretta Waterpolo Channel
Finale 1° posto alle 16:15 in diretta su Rai Sport + HD e in diretta streaming su www.raisport.rai.it

ARBITRI. Luca Bianco, Alessandro Severo, Attilio Paoletti, Raffaele Colombo, Massimo Calabro’, Alessio Nicolai, Bruno Navarra, Vittorio Frauenfelder. Giudici Arbitro: Domenico De Meo, Gianluca Fassino.