Home Consumatori Consumatori Savona

Nel fine settimana 22 fattorie aperte per i bambini

In Liguria 22 aziende agricole e fattorie nel fine settimana saranno aperte per le visite dei bambini e dei ragazzi con le loro famiglie. Ad organizzare l'evento la Coldiretti e la Regione Liguria

0
CONDIVIDI
La locandina di Fattorie Aperte

Saranno 22 in tutta la Liguria, sei in provincia di Savona e ben due proprio a Cisano sul Neva, le aziende agricole che, nel fine settimana, apriranno le proprie porte a bambini ed ai ragazzi, in occasione della manifestazione “Fattorie aperte”.

Le aziende agricole accoglieranno i giovani con le loro famiglie per fare scoprire loro le mille sfaccettature del mondo agricolo. La manifestazione, che è giunta all’ undicesima edizione, a livello regionale è organizzata dalla Coldiretti Liguria in collaborazione con la Regione Liguria. Nella nostra regione le “Fattorie Didattiche” del territorio, che svolgono già da anni regolarmente attività formative e divulgative per le scuole nel campo dell’educazione alimentare, dell’agricoltura e dell’ambiente, offriranno laboratori e percorsi didattici per scoprire i segreti della vita in fattoria e le produzioni tipiche locali conosciute a livello mondiale.

“Visitare un’azienda agricola – spiegano il Presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri ed il Delegato Confederale Bruno Rivarossa – è compiere un viaggio tra i saperi e i sapori della Liguria, dove far scoprire ai più piccoli, e non solo, il mondo agricolo locale, fatto di storia e tradizione. Passare una giornata a contatto con la natura girando in fattoria, entrare in contatto con gli animali, conoscere il ciclo produttivo del formaggio, vedere come si arriva dall’ uva al vino, diventare agri-pittori, sono tutte esperienze che coinvolgono attivamente sia bambini sia adulti, fanno conoscere la realtà delle nostre aziende, del loro lavoro e del fondamentale ed importante ruolo che ricoprono nell’ economia ligure. Questi appuntamenti sono dei momenti importanti di formazione, che consentono, agli adulti di entrare in contatto con le grandi filiere locali e ai bambini di porre le basi per diventare adulti consapevoli del proprio territorio e dei suoi prodotti e, di conseguenza dei futuri consumatori attenti, liberi di scegliere che cosa portare ogni giorno sulla propria tavola”.

Questo l’elenco delle aziende che hanno aderito a questa bella iniziativa. In provincia d’Imperia sono le aziende agrituristiche Il Roccolo (Pantasina Vasia), Cian De Basue (Imperia), Nonni Devia (Lucinasco).

In provincia di Savona si tratta delle aziende agricole Canaiella (Savona), Centro Arieti Cab (Cairo Montenotte), Giardino dell’Orchidea (Ceriale) e delle aziende agrituristiche Il Poggio del Nonno Piero (Cisano sul Neva), La Ratatoille (Dego) e Vivai Montina (Cisano sul Neva).

Nella provincia genovese le aziende agrituristiche saranno La Marpea (Ne), La Morona (Sant’Olcese), La Patarina (Rossiglione), Artemisia (Montoggio), Autra (Savignone) e le aziende agricole Silverado (Castiglione Chiavarese), Bastia (Busalla), Cascina Salvega (Casella), La Fattoria di Marta (Sant’Olcese), La Fattoria nel Bosco (Tiglieto), Verde Gioia (Arenzano).

Nella provincia della Spezia, le aziende agrituristiche che apriranno le loro porte sono Il Fienile (Arcola) e Giandriale (Maissana).

In caso di maltempo la manifestazione sarà rimandata nel fine settimana del 6 e 7 ottobre.
CLAUDIO ALMANZI