Home Cronaca Cronaca Genova

Moneglia, riprese le ricerche del rocciatore argentino scomparso in mare

0
CONDIVIDI
Elicottero Vigili del Fuoco

Sono riprese stamane le ricerche del corpo di Pedro Lagomarsino, il rocciatore argentino di 30 anni trascinato in mare da un’onda ieri mattina mentre tentava di recuperare una fune che gli era caduta sugli scogli mentre scalava una falesia in località la Valletta nel Comune di Moneglia.

Il giovane era insieme alla compagna argentina Camila Marquez di 28 anni, che si è salvata.

Un elicottero dei vigili del fuoco sta sorvolando il tratto di mare antistante Moneglia, Deiva Marina e Riva Trigoso, mentre dalla base allestita nel porto di Sestri Levante sono partiti i sommozzatori dei Vigili del Fuoco e della Guardia costiera.

I sommozzatori dei VVF stanno effettuando immersioni nell’area indicata. Tuttavia, le condizioni del mare e la visibilità in acqua non sono ottimali.

Per ricostruire l’incidente in Procura a Genova verrà ascoltata, nelle prossime ore, la compagna del 30enne.

Pedro Lagomarsino, originario di San Carlos de Bariloche, si era trasferito a Genova dopo una laurea in fisica nel suo Paese: stava svolgendo un dottorato di ricerca all’Iit di Morego.