Home Hi-Tech Hi-Tech Genova

Microsoft manda in pensione Internet Explorer

0
CONDIVIDI
Microsoft

Microsoft manda in pensione Internet Explorer, un pilastro nella storia del web.

Microsoft nei giorni scorsi ha annunciato la definitiva uscita di scena dopo 26 anni. Dal 15 giugno 2022 Internet Explorer non sarà più disponibile sulle versioni consumer di Windows 10 mentre le aziende potranno usare il nuovo browser di Microsoft Edge, con la modalità IE.

Entrato nel web 1995, Internet Explorer è stato per anni il sinonimo stesso di navigazione.  Aveva superato Netscape Navigator nella prima guerra dei browser, conquistando il ruolo di monopolista con un sistema semplice ed efficace, era integrato in Windows 95.

Due anni dopo Microsoft fu condannata per abuso di posizione dominante ma ormai Explorer aveva vinto. Il suo regno avrebbe tremato solo due decenni dopo, nella seconda guerra dei browser, quella che negli anni Duemila dieci ha visto contendenti del calibro di Firefox, Chrome, Safari, Opera.

Bill Gates e Paul Allen il 4 aprile 1975, hanno creato la Microsoft Corporation, azienda d’informatica con sede a Redmond nello Stato di Washington (USA).

Microsoft Corporation è una delle più importanti al mondo, produce software, società che capitalizzazione azionaria, circa 1400 miliardi di dollari nel 2020. Attualmente sviluppa, produce, supporta e vende, o concede in licenza, computer software, elettronica di consumo, personal computer e servizi.

I suoi prodotti software più noti sono la linea di sistemi operativi Microsoft Windows, la suite di produttività personale Microsoft Office e i browser Internet Explorer e Edge. In ambito hardware invece i suoi prodotti più conosciuti sono la famiglia di console Xbox ed i prodotti Microsoft Surface. ABov