Home Consumatori

Loano, in biblioteca una nuova postazione dedicata a non vedenti e ipovedenti

0
CONDIVIDI
Loano
Postazione Ipovedenti Loano

Loano –  Navigare in rete, consultare e-book e quotidiani digitali, scannerizzare testi cartacei e “leggerli” a
schermo. Sono questi alcuni dei servizi offerti dalla nuova “postazione” per non vedenti e ipovedenti
allestita presso la biblioteca civica “Antonio Arecco” di Palazzo Kursaal a Loano.
“Con questa iniziativa – spiegano il sindaco di Loano Luca Lettieri e l’assessore ai servizi sociali Manuela
Zunino – l’amministrazione comunale è voluta andare incontro alle necessità dei nostri concittadini non
vedenti ed ipovedenti e quindi consentire loro usufruire di tutti quei servizi normalmente offerti dalle
biblioteche pubbliche. Le moderne tecnologie hanno molto semplificato l’accessibilità da parte delle
persone affette da cecità: sta alle amministrazioni cogliere queste opportunità e metterle a disposizione di
chi ne ha più bisogno. Ringraziamo il consigliere comunale Monica Caccia ed i tecnici del settore
informatico del Comune per il grande lavoro svolto insieme al presidente della sezione savonese
dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Federico Mellone per la predisposizione di questa postazione”.
“Vorrei ringraziare il presidente Federico Mellone per la sua costante collaborazione e non solo – aggiunge
il consigliere comunale Monica Caccia – Questo è un servizio che auspicavo da tempo di poter attivare a
Loano, una città da sempre attenta al tema della disabilità e nella quale non ci devono essere barriere né
ostacoli. Loano deve essere in grado di accogliere chiunque, specie chi (come i non vedenti e gli
ipovedenti) si trova a vivere una situazione particolare e complessa eppure non vuole rinunciare alla
cultura e al divertimento. Con il presidente Mellone stiamo già lavorando ad altri progetti, che speriamo di
poter concretizzare in futuro”.
Sui pc di libero utilizzo presenti in biblioteca è stato installato il software Nvda, che “legge” i testi e le
informazioni che appaiono sullo schermo e quindi consente anche agli utenti non vedenti o ipovedenti
l’utilizzo dei computer.
Grazie a questo particolare programma, dunque, anche le persone affette da cecità potranno utilizzare i
computer, navigare in rete e consultare e-book, quotidiani digitali o audiolibri (tutti testi, questi, che gli
utilizzatori dei pc della biblioteca possono già scaricare liberamente e legalmente dalle biblioteche online o
da altri store utilizzando le proprie credenziali).
La postazione è anche dotata di scanner: grazie a questi supporti, gli utenti potranno trasformare i
documenti cartacei in documenti digitali e quindi “leggerli” a schermo sempre grazie al software Nvda.
In futuro sempre presso la biblioteca verrà allestito uno spazio presso il quale saranno disponibili alla
consultazione e al prestito volumi e riviste in Braille.