Home Consumatori Consumatori La Spezia

La Spezia, riqualificazione della Strada Provinciale n. 370

0
CONDIVIDI
La Spezia, riqualificazione della Strada Provinciale n. 370

Interventi di manutenzione strada provinciale N. 370 litoranea, zona Comune della Spezia. Riqualificazione e nuova asfaltatura per oltre 15.000 metri quadri di fondo stradale.

Peracchini: “Con il primo obiettivo della messa in sicurezza, a fronte delle poche risorse economiche a disposizione, abbiamo comunque predisposto un piano di interventi su tutta la rete stradale provinciale”

Terminate le principali attività di stesura del nuovo manto stradale, si avviano a conclusione le opere di messa in sicurezza della Strada Provinciale n. 370 Litoranea, zona del Comune della Spezia, nella tratta fra Fabiano e lo svincolo per Biassa.

Si tratta di una parte del più completo ed articolato programma di attività di manutenzione della rete stradale spezzina portato avanti dell’Amministrazione Provinciale della Spezia.

In questo caso si è trattato di riqualificare e asfaltare un vasto tratto di strada, operando poi con la stesura di oltre 15.000 metri quadri di nuova pavimentazione, il tutto migliorando l’intero fondo stradale. L’intervento principalmente è stato mirato all’eliminazione del problema dovuto al rialzo della pavimentazione a causa della presenza di radici, condizione che in passato ha evidenziato situazioni di pericolo per ciclisti e motociclisti.

Nei prossimi giorni, ultimate le attività di rifinitura dell’opera e chiuse le attività di cantiere, la viabilità lungo l’arteria stradale della SP.370 tornerà pienamente regolare.

“La Provincia della Spezia sta portando avanti un vasto programma di manutenzioni ordinarie e straordinarie lungo gli oltre 550 chilometri di strade del nostro territorio, attività che nel 2020 non è stata mai sospesa, neppure per l’emergenza Covid _ commenta il Presidente della Provincia Pierluigi Peracchini _ la viabilità, in un territorio segnato da una serie situazione complesse e da condizioni storiche di dissesto idrogeologico, è e deve restare uno degli impegni prevalenti che dobbiamo garantire. Lo facciamo con le poche risorse a disposizione, ma con un’attenzione quotidiana. Il programma deve coprire le necessità dell’intera provincia ed a questo si sommano i tanti interventi straordinari per le molte situazioni di emergenza che devono essere affrontate con il primo obiettivo della messa in sicurezza. A fronte dei pochi fondi attivabili abbiamo comunque predisposto una pianificazione su più impegni, organizzata in base a urgenze e stato di gravità degli interventi, ma che copre l’intera rete. Nel 2019 l’attività di sola asfaltatura ha visto investimenti per 1.400.000 euro e lo stesso sta avvenendo per il 2020”.