Home Politica Politica Mondo

Immunità di gregge, britannici senza il premier: Boris Johnson trasferito in terapia intensiva

0
CONDIVIDI
Premier britannico Boris Johnson (foto repertorio fb)

Immunità di gregge. Il primo ministro britannico, Boris Johnson, stasera è stato trasferito in un’unità di terapia intensiva dopo che le sue condizioni di salute sono peggiorate a seguito dell’infezione da Covid-19.

Lo hanno comunicato intorno alle 21 di oggi i responsabili di  Downing Street.

Un portavoce del Governo britannico ha precisato che “da domenica sera, il primo ministro è stato affidato ai medici dell’ospedale San Thomas di Londra, a causa di persistenti sintomi di coronavirus.

Nel corso di questo pomeriggio, le condizioni del primo ministro sono peggiorate e, su consiglio del suo team medico, è stato trasferito al reparto di terapia intensiva dell’ospedale.

Il primo ministro ha chiesto al segretario agli Esteri Dominic Raab, che è il primo segretario di Stato, di sostituirlo in caso di necessità”.

Di fatto, il ministro Raab è quindi subentrato al premier Johnson.

Ieri e oggi non si è svolto il Consiglio dei ministri del Governo del Regno Unito, neppure in videoconferenza, nonostante l’emergenza coronavirus che ha colpito il Paese.

La decisione di trasferire Boris Johnson in terapia intensiva è stata presa dal team medico che segue il premier britannico: “Il primo ministro è cosciente e si è reso conto di essere stato spostato di reparto”.