Home Sport Sport Genova

Il weekend del CUS Genova

0
CONDIVIDI
Il weekend del CUS Genova
Storico record ligure assoluto per Davide Costa nel lancio del martello al Memorial Yuro di Brescia

Il weekend del CUS Genova con i risultati sportivi. In primo piano il record del ligure Davide Costa nel lancio del martello.

Il weekend del CUS Genova, recap.

Storico record ligure assoluto per Davide Costa nel lancio del martello al Memorial Yuro di Brescia.

Sconfitte all’esordio per il CUS Rugby contro i Centurioni in Serie A, per il CUS Volley contro Sant’Anna Tomcar in Serie B e per i CUS Hockey contro HC Superba in Serie B.

Vittoria nel derby genovese di Serie C Silver per il CUS Basket contro il MY Basket. Sconfitta in Coppa Bonici, vittoria in Coppa Corradi e sconfitta in Coppa Raffo per il CUS Tennis.

ATLETICA LEGGERA

Finale di stagione con il botto per Davide Costa, capace di superare il suo maestro e Valter Superina strappandogli il record ligure assoluto del lancio del martello.

Sabato pomeriggio, a Brescia, Costa ha infatti scagliato l’attrezzo da 7.26 kg a ben 65.47 m, superando il record ligure assoluto del suo allenatore, che risaliva al 1981 ed era stato stabilito a Imperia con la misura di 65.32.

Un’ultima impresa in questa stagione da incorniciare per lo Junior cussino dopo la partecipazione ad Europei e Mondiali Juniores rispettivamente a Tallin e Nairobi.

Questo il commento di Davide Costa:

«Non me lo sarei mai aspettato perché questa gara non era in ”calendario” e perché la stagione lunghissima iniziata ad aprile non la prevedeva.

Però Valter ha visto che stavo bene in allenamento e mi ha proposto questa gara.

Colgo l’occasione per ringraziare gli organizzatori del Memorial Yuro a Brescia.

Probabilmente questo risultato è una conferma della famosa frase “quando meno te l’aspetti…” in quanto il personale di 2 m mai me lo sarei aspettato in questa stagione, soprattutto alla fine di ottobre.

Ovviamente il merito va spartito con il mio grande allenatore Valter Superina che sta facendo grandissime cose su di me che nemmeno noi due forse ci aspettavamo.

Questo record poi è qualcosa di speciale perché era del mio allenatore e quindi era destino che sarebbe rimasto in qualche modo ancora “suo”.

Se a 19 ho raggiunto questi metri è molto merito suo, così come è merito anche della mia famiglia che mi sostiene sempre. So che non deve essere facile ma loro ci sono sempre.

Un grazie alla società che mi aiuta con le trasferte e mi fa sentire a casa».

RUGBY

Nel weekend tornava in campo il CUS Rugby nel campionato nazionale di Serie A per una partita ufficiale a un anno e mezzo di distanza dall’ultima.

Gli uomini di Sandri e Bernardini, in campo a Lumezzane, sono usciti sconfitti contro i Centurioni con il risultato di 45-12.

PROMOTICA CENTURIONI vs CUS RUGBY 45-12 (31-0)

MARCATORI:

pt. 4’ m Montini (5-0), 8’ m Pontanari, tr Bronzini (12-0), 24’ m Montilla, tr Bronzini (19-0); 34’ m Parrino (24-0); 40’ m Alegiani, tr Bronzini (31-0);

st m Mandivenga (31-5); 20’ m Corona, tr Mandivenga (31-12); 25’ m Armanasco, tr Bronzini (38-12); 40’ m Pontanari, Tr Bronzini (45-12)

PROMOTICA CENTURIONI:

Alegiani (45’ Muzzi); Parrino, McCann, Casini (65’ Armanasco), Bugatti; Bronzini, Gazzoli (74’ Malavasi);

Suttor (52’ Marcellan), Pontanari, Roncon; Montini, Seye (52’ Sestini); Saccà (45’ M.  Montilla), T. Montilla (45’ Datola), Trejo (45’ Pilani). All. Bonacina

CUS RUGBY:

Migliorini; Vimercati (47’ Pichler), Mandivenga, Gambelli, Corona (73’ Granzella); Ricca, Tessiore (77’ Satta);

Bertirotti, Repetto (53’ Gargiullo), Pendola, Imperiale P. (27’ pt Barioglio), Imperiale F.; Rifi, Bortoletto (2’ st Boero), Giuliano (2’ st Barry). Allenatore: Sandri e Bernardini.

PALLAVOLO

Esordio stagionale anche per il CUS Volley di Nando Mancini, anche quest’anno impegnato nel campionato nazionale di Serie B, per la quarta stagione consecutiva.

Biancorossi che tornano da San Mauro Torinese senza punti a causa della sconfitta contro Sant’Anna Tomcar, ma con tante idee su cui lavorare.

CUS VOLLEY vs SANT’ANNA TOMCAR 3-0 (25-22; 25-19; 25-21)

PALLACANESTRO

Sorride al CUS Basket il derby genovese di Serie C Silver disputato contro il MY Basket Genova.

Gli uomini di coach Pansolin conquistano così i primi punti in campionato dopo la sconfitta patita contro Cogoleto al termine di una partita molto equilibrata, terminata sul risultato di 79-87.

Sempre in vantaggio i Biancorossi nei parziali, con una supremazia messa in ghiaccio concretamente tra la terza e la quarta frazione.

Con un Dufour a mezzo servizio sono i vari Vallefuoco, Pampuro, Ferraro, Pasqualetto e Bilamour a trascinare gli Universitari contro una compagine esperta come quella di coach Brovia.

MY BASKET vs CUS GENOVA 79-87 (19-21; 38-42; 56-61)

MY BASKET:

Prezioso 2, Arecco, Alloisio ne, Giacomini 6, Di Paco 5, Calabrese 20, Innocenti 22, Callo 4, Pittaluga 11, Capittini ne, Grosso 6, Bongioanni 3. Coach: Brovia.

CUS GENOVA:

Vallefuoco 12, Pampuro 18, Dufour 5, Sommariva, Ferraro 17, Falco, Casucci 4, Grandeaux 2, Pasqualetto 14, Franconi ne, Bilamour 15. Coach: Pansolin.

HOCKEY

Il weekend del CUS Genova
CUS Genova Hockey

Sconfitta per 3-0 per il CUS Hockey di Franco Ferrero all’esordio stagionale di Serie B contro l’HC Superba.

Prestazione opaca quella degli Universitari, i quali hanno l’obiettivo adesso di migliorare e ripartire con il piede giusto.

Da segnalare il buon esordio del nuovo portiere, Jacopo Scarantino, classe 2000, arrivato questa stagione in prestito proprio dalla Superba.

TENNIS

Prima giornata poco fortunata in Coppa Bonici per Marelli, Paiardi e Costa.

È arrivato infatti un 3-0 severo fuori casa contro la Squadra B del Finale Ligure, con l’occasione già la settimana prossima per provare a rifarsi.

In Coppa Corradi è arrivata invece una vittoria per 3-0 contro il Bogliasco, con Papalia e Masé capaci di aggiudicarsi i loro singolari, nonché ribaltando in doppio il risultato vincendo al super tie break del terzo set.

Infine, sconfitta per 2-1 contro il Golf & Tennis Rapallo in Coppa Raffo per il team composto da Polverosi, Tedone, Fielding e Paolillo.

Le prime due racchette perdono in singolo, con un punto importante conquistato invece in doppio da Paolillo e dallo stesso Tedone.