Home Spettacolo Spettacolo Genova

Il teatro riparte a Voltri: serata di inaugurazione del Teatro del Ponente

0
CONDIVIDI
Le allegre comari di Windsor

Fare cultura in luoghi lontani dai circuiti consueti. E’ questa la motivazione che ha animato per anni il Teatro Cargo, nota compagnia genovese, gestrice del cartellone del Teatro del Ponente a Voltri, delegazione più ad ovest della città. Dopo una battuta di arresto, la splendida sala di ponente vedrà l’avvio di una nuova stagione targata Teatro della Tosse. Gli spettacoli in programma, le attività e le iniziative del teatro saranno presentate al grande pubblico domenica 24 febbraio a partire dalle 18.30, dove Emanuele Conte, Amedeo Romeo e tutto lo staff incontreranno il pubblico per una chiacchierata teatrale e per aprire un dialogo con i cittadini, incontrare istituzioni, associazioni e spettatori per raccontare gli spettacoli della primavera 2019 ed immaginare insieme un futuro per il Teatro del Ponente. Gestire questa sala oltre ad essere una sfida, rappresenta anche una grande opportunità di crescita umana, sociale e culturale per tutti. Una serata di dialogo ma anche di spettacolo, dove gli artisti della compagnia, attori e musicisti, si presenteranno al pubblico recitando e cantando i loro cavalli di battaglia, notissimi ben oltre i confini nazionali. Sul palco, quali graditi ospiti della serata, troveremo le voci del Coro Polifonico dell’ Associazione Voltrimusica, diretto dal Maestro Agostino Chiossone.

In questo momento di festa e di voglia di ricominciare, si potrà percepire la presenza di Emanuele Luzzati grazie ad un grande allestimento scenico, un “travestimento” della sala che l’animerà lo spazio per questi primi mesi di apertura.

“La nostra intenzione è quella di consolidare e sviluppare l’importante lavoro fatto da Cargo in questi anni. Il teatro del Ponente, realizzato a suo tempo dai voltresi con una sottoscrizione pubblica, dovrà sempre più essere il teatro di tutto il ponente, soprattutto dopo il crollo del ponte Morandi. La nostra idea di teatro non si ferma al pagamento di un biglietto e all’occupazione di una poltrona, il Teatro della Tosse -abitatore di luoghi-, darà vita ad un progetto artistico di ampio respiro. Porterà i suoi spettacoli di produzione e ospitalità, concerti, laboratori e il teatro per le famiglie. E infine avvierà un programma di residenze, con compagnie che creeranno i loro spettacoli proprio nel teatro del Ponente regalando al territorio le loro anteprime nazionali”, afferma Emanuele Conte, presidente Fondazione Luzzati e Teatro della Tosse.

Per l’attuazione di questo progetto, realizzato con la collaborazione di Municipio VII Ponente e di Regione Liguria oltre che del Comune di Genova, è stato richiesto un il contributo economico della Compagnia di San Paolo. Il Teatro della Tosse gestirà anche il Teatrino della Duchessa di Galliera e, dopo il successo dello scorso anno, la prossima estate tornerà nei giardini del parco voltrese per portare il suo tradizionale spettacolo itinerante.

La stagione teatrale parte il primo marzo con Dopodiché stasera mi butto, dissacrante spettacolo sulla condizione dei giovani d’oggi a cura della compagnia “Generazione Disagio”. Il 10 e 11 marzo Astolfo sulla Luna la nuova produzione dedicata ai ragazzi del Teatro della Tosse con la regia di Emanuele Conte in prima nazionale. Il 16 marzo sul palco del Teatro del Ponente salirà Zibba uno dei cantautori più apprezzati a livello nazionale. A seguire “Canta Canta Cantastorie” uno dei titoli di maggior successo della storia della compagnia genovese che sarà in scena il 22 e 23 marzo mentre il 30 marzo in prima nazionale la nuova produzione della Tosse Il Natale di Harry regia di Elisabetta Carosio con Enrico Campanati. Il mese di aprile inizia con Sogni in Scatola della Compagnia Nani Rossi in scena il 5 e 6, spettacolo per ragazzi in cui scatole e imballaggi si trasformano in un mondo magico. Chiude il cartellone  Le allegre comari di Windsor, il 13 aprile, dove la scrittura di Edoardo Erba e la regia di Serena Sinigaglia riadattano, tagliano e montano con ironia la nota pièce britannica, innestando brani suonati e cantati dal vivo dal Falstaff di Verdi. Daricordare anche in data 31 marzo e 14 aprile in scena i saggi di fine anni degli allievi dei corsi tenuti da Arianna Comes.

Un programma assolutamente vario ed interessante che saprà affascinare il pubblico più vasto: Teatro della Tosse parte con decisione sul ponente genovese pronto a far parlare di sé, come sempre, nel segno della cultura di più alto livello. Tutti a teatro allora, domenica 24 febbraio 2019 dalle 18.30 presso il Teatro del Ponente a Voltri in Piazza Odicini. Ingresso libero.

Roberto Polleri