Home Economia

Il Tax Free Shopping in Liguria rispetto al 2018

0
CONDIVIDI
Il Tax Free Shopping in Liguria rispetto al 2018

Estate 2019. +26% per il Tax Free Shopping in Liguria rispetto allo scorso anno

Quella appena passata è stata un’estate all’insegna del Tax Free Shopping. I dati del periodo giugno-agosto 2019 di Global Blue, società leader del mercato, infatti, sottolineano come in tutte le principali regioni italiane scelte dai turisti internazionali come meta per le loro vacanze estive, si sia registrato un aumento sia degli acquisti sia del loro valore medio.

In particolare, in Liguria le vendite Tax Free Shopping nel trimestre estivo rispetto a un anno fa sono cresciute del 26%, così come è aumentato anche il valore dello scontrino medio dei turisti internazionali (+19%) arrivando a 920 euro. Guardando alle categorie merceologiche, “Orologi e Gioielli” – pur rimanendo sempre al secondo posto, con il 17% del peso totale, alle spalle di “Abbigliamento e Fashion” che mantiene l’80% del mercato – ha fatto registrare un deciso aumento rispetto allo stesso periodo del 2018.

Rispetto allo scorso anno, le principali nazionalità che hanno scelto le Riviere di ponente e levante per lo shopping sono state quelle degli statunitensi – con il 25% del totale del mercato ligure e un +60% rispetto a un anno fa – dei russi (24% del totale) e dei cinesi (9%).

Ma i viaggiatori giunti dalla Cina restano al primo posto tra le principali nazionalità per valore della spesa media: 1.838 euro, seguiti dagli americani (1.155 euro).

Dai dati Global Blue, inoltre, emerge come alle spalle delle principali nazionalità che da anni scelgono località come Alassio, Chiavari, Genova, La Spezia per le vacanze e per i loro acquisti di lusso, ci siano degli interessanti trend da considerare. I Globe Shopper provenienti dai Paesi del Golfo e dalla Svizzera – entrambi con un peso del 5% sul totale del mercato – hanno fatto registrare consistenti aumenti degli acquisti rispetto al trimestre estivo 2018, con scontrini medi che hanno abbondantemente superato i 1.000 euro: 1.315 euro per gli svizzeri e 1.111 euro per gli arabi).

Da segnalare, infine, i dati registrati da Global Blue in merito agli acquisti dei turisti indonesiani: sebbene con un peso marginale (2%) rispetto al totale del mercato, sono stati la nazionalità che ha fatto segnare la maggiore crescita percentuale delle vendite e del valore dello scontrino medio, arrivato a 2.225 euro.

Il Tax Free Shopping cos’è?

Conosciuto anche come Recupero dell’Iva o Acquisto esentasse, è una modalità di acquisto che consente ai viaggiatori di recuperare, passando attraverso la dogana, l’Iva pagata sugli acquisti effettuati all’interno del Paese in cui hanno viaggiato.