Home Cronaca Cronaca Genova

Il recupero beni degli sfollati con l’aiuto dei vigili del fuoco | Video

0
CONDIVIDI

C’è stata un po’ di tensione con alcuni gruppi di sfollati che hanno chiesto di poter rientrare nelle abitazioni per prendere medicine destinate soprattutto alle persone anziane e effetti personali ma per motivi di sicurezza nessuno potrà rientrare nel proprio appartamento, soprattutto se si trova sotto il moncone del ponte.

Così sta succedendo un po’ ome nel sisma che aveva colpito il centro italia, sono i vigili del fuoco, diciamolo apertamente, gli eroi, che entrano nelle case per prendere medicinali e materiali urgenti mentre nelle case non a rischio diretto di crollo accompagnano i cittadini a ritirare gi effetti personali.

Gli sfollati sono costantemente seguiti sia dalla protezione civile che dai vigili del fuoco.

Secondo fonti ufficiali gli sfollati sarebbero 664 unità, per 331 nuclei familiari.

Dal canto suo Salvini giunto a Genova ha confermato che “le case sotto il ponte saranno abbattute, l’incombenza di quel moncone di ponte è incompatibile con la presenza umana”… “ma entro la fine di quest’anno ridaremo una casa nuova a tutti”.

Questo pomeriggio il Sottosegretario di Stato del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Edoardo Rixi ha fatto visita al Centro Civico Buranello dove sono presenti buona parte degli sfollati.