Home Sport Sport Genova

Goldaniga non basta al Grifone: Genoa-Napoli 1-2

0
CONDIVIDI
L'inizio di Genoa-Napoli al Ferraris

Il Napoli di Gattuso vince ancora e lo fa a Marassi contro il Genoa.

La gara è sbloccata da Mertens nel recupero del primo tempo. Nella ripresa Goldaniga rimette in parità. Lozano entra al posto di Politano e porta il risultato sul 1-2.

Le squadre entrano in campo sulle toccanti note di “C’era una volta in America” del Maestro Morricone. Poi l’arbitro fischia l’inizio e il primo pericolo lo crea Politano, che calcia basso sul primo palo ma trova i piedi di Perin a murare. Sul corner seguente Elmas troverebbe il gol del vantaggio al termine di una mischia in area, ma dopo un consulto al Var l’arbitro annulla per fallo di mano di Manolas. Sul ribaltamento di fronte Pinamonti può servire Sanabria solo nell’area piccola, ma Meret è reattivo ad arpionare la sfera. Il pericolo numero uno per la retroguardia rossoblù resta Elmas, che pochi minuti dopo esegue una rovesciata perfetta indirizzata all’angolino. Perin si supera e salva la porta. A metà tempo il macedone appoggia al limite per Mertens che apre il piattone ma non riesce ad angolare. Il folletto belga ci riprova alla mezz’ora con una botta violenta, ma il numero uno del Grifo è ancora una volta attento. Cinque minuti dopo la grande occasione rossoblù del primo tempo: sgroppata di Barreca sulla sinistra, cross al bacio e stoccata al volo di Cassata. Il palo nega il vantaggio. E nei minuti di recupero del primo tempo Mertens trova il gol con una conclusione delle sue, a giro nell’angolino. Il secondo tempo si apre con un Genoa più propositivo. Dopo due minuti tiro da fuori di Pinamonti, che si spegne di poco sopra la traversa. Al quinto corner per il Grifone. Batte Schöne, Goldaniga stacca più in alto di tutti e trova il pari. Gol, dedica al cielo e abbraccio al mister e alla panchina. Dopo il salvataggio decisivo a Udine, il numero 5 griffa così la seconda gara da titolare in fila. 1–1. Il Napoli bilancia il conto dei legni con Politano, che crossando colpisce la traversa. L’esterno viene sostituito al 65’ da Lozano, che trova il gol subito dopo grazie a un pallone servito in verticale su un inserimento in area. Nuovo vantaggio degli ospiti. Il Genoa non rincula, e si spinge in avanti alla ricerca del pari anche grazie alla spinta di Pandev e Iago Falque entrati dalla panchina. Meret e il guardalinee fermano Pandev a cinque dalla fine. Non c’è più tempo, termina 2-1 per il Napoli. In saccoccia resta la prestazione propositiva.

Il tabellino

GENOA (3-5-2): Perin; Goldaniga, Zapata, Masiello; Biraschi (82′ Ghiglione), Behrami (64′ Lerager), Schone, Cassata (71′ Iago Falque), Barreca; Sanabria (71′ Pandev), Pinamonti (82′ Favilli). A disp.: Marchetti, Criscito, Ghiglione, Jagiello, Eriksson, Sturaro, Destro. All.: Nicola.

NAPOLI (4-3-3): Meret; Hysaj, Manolas, Maksimovic, Mario Rui; Fabian (87′ Allan), Lobotka, Elmas (82′ Zielinski); Politano (63′ Lozano), Mertens (63′ Milik), Insigne (82′ Younes). A disp.: Ospina, Karnezis, Luperto, Di Lorenzo, Ghoulam, Callejon. All.: Gattuso.

ARBITRO: Mariani di Aprilia.

MARCATORI: 45+1′ Mertens (N), 48′ Goldaniga (G), 65′ Lozano (N).

NOTE: Ammoniti Goldaniga (G). Recupero: 3′ – 4′.