Home Sport Sport La Spezia

Empoli-Spezia, Italiano: siamo in crescita

0
CONDIVIDI

Dopo due vittorie consecutive lo Spezia strappa un punto al “Castellani” contro l’Empoli facendo salire a tre il numero dei risultati utili consecutivi degli aquilotti.

Al termine della gara, è il tecnico spezzino Vincenzo Italiano a commentare la gara: “Se forse non avessimo fatto quell’errore in uscita, avremmo potuto anche ottenere qualcosa di più. L’obiettivo di oggi era quello di uscire indenni da Empoli e quindi di portare a casa punti. La prestazione è stata di ottimo livello ed abbiamo concesso poco a una squadra forte come l’Empoli: è stata senza dubbio una giornata positiva.

Gol subito? In occasione del gol subito è stata persa una brutta palla in uscita, che consente a far ripartire  quasi all’improvviso una squadra che ha velocità e che ha gente che si fionda in area di rigore: è normale che un errore del genere deve assolutamente essere evitato.

Turnover? In un turno infrasettimanale è giusto che qualche pedina debba ruotare, qualche cambio deve esserci e oggi ho preferito schierare Ferrer piuttosto che Vignali. E’ un ragazzo che si allena sempre al meglio e si meritava questa sera una maglia da titolare, ma non è affatto una bocciatura per Vignali che nell’ultima giornata era stato tra i migliori: con impegni così ravvicinati è opportuno coinvolgere tutti i componenti della rosa.

E’ vero avremmo potuto anche vincerla, ma son convinto che un mese fa saremmo usciti dallo stadio con le ossa rotte. Uscire dal “Castellani” a testa alta deve essere motivo di grande orgoglio; son passati dieci giornate, è ancora molto lunga, ma penso che la vittoria di Pescara sia stata a tutti gli effetti salutare, perché ci ha dato molta fiducia. Questa crescita ce la teniamo stretta, perché siamo consapevoli che eravamo in un periodo bruttissimo e non vogliamo assolutamente farvi ritorno.

I cambi? Ho messo Mora per Bartolomei perché Paolo era ammonito e avevo paura potesse prendere anche il secondo giallo, con una’altra partita tra due giorni. Poi gli altri due cambi son stati legati alla stanchezza dei nostri esterni, Bidaoui e Ricci, che ci serviranno moltissimo venerdì”