Home Sport Sport Genova

Domenica al Ferraris il I Eviva eSport Challenger

0
CONDIVIDI
Domenica al Ferraris il I Eviva eSport Challenger

Il Genoa, club più antico d’Italia, è anche quello che, più di tutti, guarda al futuro e agli eSports. La squadra rossoblù si avvicina alla fase finale del Genoa eSport Roadshow, il torneo di FIFA 18 organizzato in collaborazione con il main sponsor Eviva in giro per i Centri Commerciali della Liguria tra aprile e maggio. La finalissima, ovvero il I EVIVA Esport Challenger, si giocherà domani, domenica 20 maggio allo Stadio Ferraris, prima dell’ultima giornata del campionato di Serie A: è la prima volta in Italia che un evento eSports si svolge all’interno di uno stadio con la partecipazione di  giocatori dei club internazionali, quali Antonio “Ranerista” Montiel, eplayer del Levante Club della Liga spagnola, Girolamo “Goldenboy” Giordano, giocatore esport del Cagliari che sfideranno Gintera (Alessandro Ansaldi), player dei Grifoni e il vincitore del Genoa eSport Roadshow.

Gli eSports, detti anche Sport Elettronici o Giochi Elettronici Competitivi, hanno come protagonisti i sistemi elettronici ed informatici (videogiochi, console, computer, lan, internet), tutte le fasi del gioco si svolgono attraverso il collegamento uomo-computer. Grazie all’evoluzione degli hardware e dei software il fenomeno è diventato di massa: con gli eSports, ogni giovane adolescente può mettere in campo le sue capacità e diventare un “giocatore professionista”. Quello degli eSport, quindi, è un fenomeno che sta incontrando sempre più l’interesse di sponsor e organizzazioni, dirigenti e investitori, appassionati di sport e di videogiochi, a tal punto da diventare disciplina olimpica nell’ottobre del 2017.

Il vincitore del I EVIVA eSport Challenger sarà premiato da Eviva con un montepremi di 1.500 euro prima di Genoa – Torino, che chiuderà il campionato di Serie A 2018.

A sottolineare l’importanza dell’iniziativa anche il CEO di Eviva, Giacomo Ciacci: «Gli eSports rappresentano una svolta significativa nel mondo dello sport: dare a tutti la possibilità di potervi partecipare, anche a chi non ha doti atletiche eccelse, è un forte segnale di apertura a varie fasce di pubblico. Senza sminuire l’importanza dell’attività fisica, siamo felici di sponsorizzare iniziative del genere facendo così conoscere i valori della nostra azienda agli adolescenti e alle loro famiglie».