Home Politica Politica Genova

Disastro Autostrade, Pd: esenzione pedaggi e serve ordinanza Toti sui cantieri

0
CONDIVIDI
Capogruppo regionale del Pd Luca Garibaldi (foto di repertorio)

“Su code e disagi per le autostrade liguri è il momento di dire basta. La situazione non è più accettabile. Serve un meccanismo automatico per cui, quando ci sono lavori, ritardi e ripercussioni sulla viabilità scattino direttamente l’esenzione dei pedaggi per gli utenti e penali per le società che non rispettano i tempi di lavoro”.

Lo hanno dichiarato stamane i consiglieri regionali liguri del Partito Democratico – Articolo Uno, dopo l’ennesima giornata da bollino nero per la viabilità sulle autostrade della Liguria.

Disastro Autostrade: 13 chilometri di coda in A10 tra Varazze e Pegli

“Come Pd – ha sottolineato il capogruppo regionale Luca Garibaldi – presenteremo nei prossimi giorni una proposta di legge regionale da mandare alle Camere per chiedere di istituire questi automatismi.

Il consiglio regionale può proporre leggi al Parlamento e quindi noi chiederemo di attivare questo meccanismo attraverso una nostra proposta.

Non si può più andare avanti con i tavoli di confronto, tentando accordi di volta in volta perché sono una presa in giro.

Serve una legge nazionale: cantieri veloci e tempi rispettati, chi non li rispetta paga. E quando ci sono disagi al traffico dovuti al prolungamento dei cantieri o delle ispezioni scatti l’esenzione del pedaggio.

Nel frattempo, il governatore ligure Giovanni Toti faccia come l’anno scorso con le ordinanze sui cantieri. Lo faccia adesso, perché la situazione sta diventando insostenibile”.