Home Cultura Cultura Genova

Dal 10 agosto aperte le candidature al PREMIO RAPALLO BPER

0
CONDIVIDI
Dal 10 agosto aperte le candidature al PREMIO RAPALLO BPER Banca 2022 Donne e Cultura, riconoscimento conferito alle migliori autrici italiane
Dal 10 agosto aperte le candidature al PREMIO RAPALLO BPER Banca 2022 Donne e Cultura, riconoscimento conferito alle migliori autrici italiane

Dal 10 agosto aperte le candidature al PREMIO RAPALLO BPER Banca 2022 Donne e Cultura, riconoscimento conferito alle migliori autrici italiane

Dal 10 agosto aperte le candidature al PREMIO RAPALLO BPER, le donne che si sono contraddistinte per l’attività letteraria, la capacità innovativa e l’incidenza nella società nell’ambito della NARRATIVA e della SAGGISTICA.

In giuria:

Maria Luisa Agnese, Massimo Bernardini, Mauro Bonazzi, Eva Cantarella (Presidente), Lella Costa, Margherita Rubino (Coordinatrice), Simonetta Sciandivasci, Nadia Terranova (vicepresidente)

Da settembre al via il palinsesto “Aspettando il Premio Rapallo BPER Banca”:

Martedì 27 settembre incontro con Lella Costa e Margherita Rubino

Giovedì 27 ottobre incontro con Eva Cantarella e Nadia Terranova
Nasce il Premio Rapallo BPER Banca 2022, promosso dalla Città di Rapallo con il sostegno di BPER Banca, dedicato alle migliori autrici italiane nell’ambito della narrativa e della saggistica.

Il Premio rinnova il prestigioso impegno della Città di Rapallo teso, da oltre 60 anni, alla valorizzazione dell’attività letteraria, della capacità innovativa e dell’incidenza nella società delle migliori protagoniste della cultura italiana.

La tradizione inizia nel 1962 con il Premio “Prove-Rapallo” (parallelo alla rivista omonima, presieduto da Maria Bellonci e poi da Mario Sansone, terminato nel 1984) e prosegue con il “Premio Letterario Nazionale per la donna scrittrice” dal 1985 al 2021 (sostenuto da Banca Carige dal 1992 al 2018), che ha visto premiare negli anni, tra le altre, Fernanda Pivano, Anna Maria Ortese, Rosetta Loy, Edith Bruck, Susanna Tamaro, Margaret Mazzantini e Rosella Postorino.

“Rapallo è la città più in crescita del Tigullio, la nostra idea di capitale del turismo passa obbligatoriamente anche attraverso uno sviluppo dell’offerta culturale – ha dichiarato il Sindaco Carlo Bagnasco -. Sono particolarmente orgoglioso di questo ambizioso progetto che vede la figura femminile al centro.

La donna riveste un ruolo da protagonista sia come autrice che nella figura di Giurata. Non posso non menzionare il lavoro dell’Ufficio Cultura di cui sono anche l’Assessore di riferimento e del nostro consulente Marco Pogliani.

Devo infine ringraziare sentitamente BPER Banca, in particolare la Presidente Flavia Mazzarella, che ha abbracciato con impegno e convinzione questo progetto diventando partner fondamentale di questo ambizioso premio.

Invito già da ora la cittadinanza a partecipare alla serata conclusiva che si terrà verso fine anno nella nostra meravigliosa Rapallo”.

“BPER Banca ha accolto con entusiasmo la proposta della Città di Rapallo di promuovere questa nuova fase dello storico Premio, al quale siamo felici di associare anche il nostro brand, raccogliendo di fatto il testimone di Banca Carige che è stata per molti anni partner delle iniziative culturali cittadine – ha affermato la Presidente di BPER Banca Flavia Mazzarella -. Abbiamo da subito condiviso l’idea del Sindaco Carlo Bagnasco di valorizzare il grande e originale contributo che l’universo femminile offre allo sviluppo della cultura e della società, testimoniato anche dalla presenza di una Giuria di altissimo profilo.

Il Premio Rapallo BPER Banca conferma la nostra mission di promuovere una società più equa ed inclusiva, dove la diffusione della cultura contribuisce concretamente allo sviluppo sociale ed economico delle comunità e dei territori in cui operiamo.

Inoltre, la partnership con il Comune di Rapallo costituisce anche un modo tangibile per dare un nuovo impulso ad un territorio in cui oggi la Banca ha una presenza importante e che vuole supportare in una prospettiva di crescita futura”.

Eva Cantarella

Margherita Rubino

Nadia Terranova
È possibile candidarsi al Premio Rapallo BPER Banca 2022 tra il 10 agosto e il 20 settembre. Possono concorrere al Premio le sole opere edite in lingua italiana pubblicate per la prima volta a partire dal 1° settembre 2021 e fino alla stessa data di quest’anno”.

La cerimonia di premiazione si terrà a Rapallo tra fine novembre e inizio dicembre.

In attesa della serata conclusiva e della proclamazione delle vincitrici, il pubblico avrà l’occasione di incontrare alcuni membri della giuria nell’ambito del programma “Aspettando il Premio Rapallo BPER Banca”:

martedì 27 settembre 2022 Lella Costa e Margherita Rubino;

giovedì 27 ottobre 2022 Eva Cantarella e Nadia Terranova.

Presieduta da Eva Cantarella, la giuria del Premio Rapallo BPER Banca 2022 è composta da scrittori, giornalisti e critici che da sempre dedicano ampia parte della loro attività al femminile e ai problemi connessi al genere

Eva Cantarella (Presidente), prima studiosa in Italia a portare l’interesse sulla misoginia dall’antico al medioevo (“L’ambiguo malanno”), ha sempre dedicato volumi di gran successo alle questioni di genere, vedi tra gli altri “Gli inganni di Pandora”, “Diritto materno”, “Ippopotami e sirene”, “Secondo natura” e “Passato prossimo. Donne romane da Tacita a Sulpicia”).

Nadia Terranova (Vicepresidente), che dopo la vittoria del Bagutta opera prima, con “Gli anni al contrario”, è entrata nella cinquina dello Strega con “Addio fantasmi”, attualmente tradotto per le scene. Traduttrice, editorialista per La Repubblica, autrice di racconti per l’infanzia (Premio Andersen 2022), affronta molti temi e personaggi, privilegiando i rapporti, gli affetti e la creatività al femminile;

Margherita Rubino (Coordinatrice del Premio), universitaria e critico de Il Secolo XIX, studiosa della presenza femminile nel teatro antico e delle riprese nel mondo contemporaneo, ha dedicato volumi a “Medea contemporanea”, “Antigone” e “Fedra. Per mano femminile”, oltre a numerosi articoli contro la violenza contro le donne su Repubblica (1990- 2010);

Maria Luisa Agnese, già direttore di diverse testate periodiche, giornalista del Corriere della Sera, sempre attenta alla questione femminile, autrice di prestigiosi reportage sulla parità di genere e attiva dalla prima ora per “Il tempo delle donne”;

Massimo Bernardini, giornalista televisivo, conduttore de “La storia siamo noi” e in particolare di “TV Talk”, in onda il sabato su Rai3, durante il quale, tra le molte puntate dedicate alla questione femminile, ha pronunciato un coraggioso monologo contro la violenza sulle donne il 25 novembre 2021, ripreso da tutti i media;

Mauro Bonazzi, filosofo ed editorialista del Corriere della Sera, in più occasioni ha dedicato i suoi scritti a Simone Weil e alla questione femminile in Platone, a Hannah Arendt e alla figura di Penelope come emblema della virtù femminile del persuadere;

Lella Costa, attrice e scrittrice di romanzi pluripremiati sulla propria condizione e su quella delle donne in generale, performer di spettacoli come “Stanca di guerra” ripresi da oltre 20 anni sulle nostre scene, è testimonial instancabile del punto di vista e della incidenza della donna nella vita di oggi;

Simonetta Sciandivasci, giornalista de La Stampa, attenta fin dai tempi degli articoli su Il Foglio a personaggi e problemi del mondo femminile, spesso affrontati con ironia come nel libro “La domenica lasciami sola” (Baldini e Castoldi).