Home Cronaca Cronaca Savona

Controlli nel savonese, chiuso locale per 9 giorni ad Alassio

0
CONDIVIDI
La Questura di Savona (immagine di repertorio)

Ma anche un arresto e tre denunciati

La Polizia ha realizzato nel savonese un servizio straordinario di prevenzione al quale hanno preso parte i poliziotti del Commissariato P.S. di Alassio e del Reparto Prevenzione Crimine “Liguria”, specializzati in controllo del territorio.

Il servizio ha interessato la zona di Alassio, in particolare le zone litoranee, le vie di collegamento, il centro storico e le zone limitrofe alle stazioni ferroviarie e alle principali fermate dei mezzi pubblici.

Sono state identificate oltre cinquanta persone e controllati numerosi veicoli.

Durante i controlli i poliziotti hanno denunciato in stato di libertà un diciannovenne che, fermato per un controllo, è stato trovato in possesso ingiustificato di un coltello.

E’ stato anche denunciato in stato di libertà un egiziano di 25 anni poiché durante il controllo ha dichiarato false generalità per evitare di essere identificato.

Infine è stato segnalato amministrativamente un rumeno ai sensi dell’art. 75 309/90 in quanto trovato in possesso di circa 6 gr di hashish.

Durante il servizio di prevenzione, ancora, è stato notificato al titolare di un bar ristorante di Alassio il decreto del Questore emesso ai sensi dell’ art. 100 TULPS con il quale è stata sospesa la licenza per 9 giorni.

I poliziotti delle Volanti del Commissariato di Alassio hanno anche arrestato un serbo di 50 anni che risultava colpito da ordine di cattura internazionale per truffa ai danni dello Stato. Lo stesso è stato rintracciato in un albergo di Alassio.

L’uomo, espletate le formalità di rito, è stato associato al Carcere di Marassi di Genova a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Sempre i poliziotti delle Volanti di Alassio hanno segnalato amministrativamente un cittadino marocchino di 21 anni per ubriachezza.

Lo stesso è stato fermato in evidente stato di alterazione nei pressi della Stazione Ferroviaria e, viste le sue condizioni, è stato necessario il trasporto in ospedale.

Ieri sera, a Savona, oltre al consueto servizio interforze realizzato nella zona della Darsena e del centro cittadino interessato alla movida del sabato sera, i poliziotti delle Volanti della Questura hanno denunciato in stato di libertà con l’accusa di lesioni, un cinquantaquattrenne, attualmente sottoposto agli arresti domiciliari.

L’uomo nel corso di una lite in casa, avrebbe spintonato un familiare che, nella caduta, si sarebbe procurato una frattura.