Home Cultura Cultura Savona

Consegnate le nuove Jobs per le spiagge alassine

0
CONDIVIDI
Consegna Jobs-Alassio
Consegna Jobs-Alassio

Consegnate le nuove Jobs per le spiagge alassine, un prodotto per le vacanze e per la balneazione di persone con disabilità.

Consegnate le nuove Jobs per le spiagge alassine. Ordinate all’inizio dell’estate e acquistate dalle Politiche Sociali.

Sono state subito consegnate alle associazioni dei balneari e al Cnam Alassio.

Realizzata con materiali resistenti alla salsedine e all’acqua marina, la sedia Jobs risolve il problema di entrare in acqua favorendo, così, il clima di divertimento proprio di una giornata di vacanza.

JoB, acronimo di “Jamme ‘o bagno” (un invito accattivante in dialetto napoletano a fare un bagno in mare), è un prodotto specifico per le vacanze e soprattutto per la balneazione di persone con disabilità.

L’Assessore alle Politiche Sociali, Franca Giannotta, spiega:

“Il Comune di Alassio sta affrontando da tempo il tema della mobilità delle persone disabili sul territorio e lo sta facendo a 360° in collaborazione con tutti i settori dell’amministrazione dall’Urbanistica ai Lavori Pubblici al Turismo…

Proprio con questa finalità ha dato a suo tempo incarico professionale all’architetto Giacomo Airaldi per la redazione del P.E.B A. il Piano di eliminazione delle barriere architettoniche, come strumento per una pianificazione e una programmazione coordinata degli interventi ritenuti indispensabili alla piena accessibilità degli spazi e edifici pubblici.

Nel frattempo abbiamo ritenuto necessario dare una prima  risposta in merito all’accessibilità delle spiagge di Alassio ed abbiamo così deliberato l’acquisto di tre sedie Job per l’accompagnamento in mare di persone con disabilità motorie”.

Continua Giannotta:

“Purtroppo i tempi di consegna sono stati più lunghi del previsto.

Appena arrivate le abbiamo subito consegnate in comodato d’uso gratuito alle locali Associazioni Bagni Marini ed al Circolo Nautico Alassio affinché le mettano a disposizione di tutti i disabili che ne faranno richiesta sulle spiagge in concessione”.