Home Cultura Cultura Imperia

Cervo tra cultura e valore storico

0
CONDIVIDI
Cervo tra cultura e valore storico
Palazzo Viale a Cervo - affresco (Francesco Carrega)

Cervo tra cultura e valore storico aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio 2021 con aperture straordinarie il 26 settembre.

Cervo tra cultura e valore storico con una speciale giornata culturale

La cultura e la magia di Cervo attraverso i suoi palazzi:

domenica 26 settembre apertura straordinaria di Palazzo Viale e del Bastione di Mezzodì e del Polo Museale

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, appuntamento fisso promosso dal Ministero per i beni e le attività culturali per riaffermare la centralità del patrimonio culturale e del suo valore storico, artistico, identitario,

il Comune di Cervo, in collaborazione con  la “Cumpagnia du Servu” e la Proloco Progetto Cervo propone per la giornata di domenica 26 settembre l’evento “La cultura e la magia di Cervo attraverso i suoi palazzi”.

Oltre all’usuale apertura domenicale del Polo Museale al Castello dei Clavesana,

saranno aperti ai visitatori in via straordinaria Palazzo Viale e il Bastione di Mezzodì: luoghi di interesse storico-culturale normalmente chiusi al pubblico.

Sarà così possibile riscoprire le bellezze del borgo medievale con un tour tra la storia, il territorio e la sua cultura.

Cervo tra cultura e valore storico
Cervo tra cultura e valore storico

Gli orari di apertura  saranno unificati per i tre siti:

dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.30. L’accesso ai siti è gratuito, con obbligo di esibizione del green pass; non è richiesta prenotazione.

Le Giornate Europee del Patrimonio seguiranno in questo 2021 il tema “Patrimonio culturale: TUTTI inclusi!”.

Esso riveste particolare importanza in ragione della riflessione sulla partecipazione al patrimonio culturale estesa a tutti i cittadini di ogni fascia d’età, gruppi etnici, minoranze presenti sul territorio e persone con disabilità.

Lo slogan “Patrimonio culturale: TUTTI inclusi!” è la traduzione di “Heritage: All inclusive” scelto dal Consiglio d’Europa e condiviso dai Paesi aderenti alla manifestazione.