Home Cultura

Celle, la città che fa cultura, presentata in Regione

0
CONDIVIDI
Celle
Blu di celle

Genova – Un incontro denso di progetti quello che si è svolto ieri nel palazzo della Regione Liguria tra il rappresentanti della Proloco di Celle Ligure – Riviera del Beigua e l’assessore alla cultura Ilaria Cavo con la partecipazione anche del consigliere regionale Alessandro Bozzano.

Agli inizi di aprile a Celle era nata spontaneamente l’iniziativa di alcuni cittadini, commercianti e turisti decisi ad unirsi per creare una organizzazione che “animasse” la suggestiva cittadina rivierasca.

In pochi giorni sono arrivate 250 adesioni e i promotori assicurano che entro l’estate supereranno i 500.

La presentazione ufficiale il prossimo 30 maggio all’Hotel Riviera.

Tra gli attuali soci spiccano i nomi dello scrittore di romanzi fantasy Pierdomenico Baccalario, del virologo Matteo Bassetti, del presidente degli Stati Generali Ivan Drogo Inglese (nominato presidente della proloco) e del cardiochirurgo Mario Viganò. Tutti con casa a Celle.

Una mobilitazione finalizzata ad accrescere l’attrattività e l’intrattenimento di ospiti, turisti e visitatori.

L’intero comparto commerciale (alberghi, bar, negozi, ristoranti) esce da tre anni difficili accresciuti da una sempre più concentrata stagionalità.

Il programma della proloco è dunque denso, riassunto nello slogan “Celle la città che fa cultura”, e include anche un piano di arredo urbano che unirà l’attenzione per l’impatto ambientale, l’utilizzo di materiali ecosostenibili e un design accattivante.

Ma anche il cinema e la televisione (a Celle ha sede l’unica casa di produzione del savonese) che potrebbe vedere un set già operativo entro l’estate.

La ceramica che vedrà coinvolti gli atelier degli artisti cellesi.

Ma soprattutto al centro di tutto la bicicletta, dal bike sharing (a breve saranno attivi due operatori) e il grande progetto dell’itinerario ciclabile della Riviera del Beigua.

Tutto ispirato alla figura di Giuseppe “Gepin” Olmo, corridore e in seguito affermato imprenditore del settore.

Infine un programma di solidarietà che prevederà il sostegno ai nuclei familiari bisognosi di Celle (che nonostante l’elevato reddito pro capite sono una cinquantina).

L’occasione dell’incontro nella sede della Regione Liguria è stata quella di consegnare un dono originale ovvero il Blu di Celle, le bollicine “cellesi” destinate ad essere gustate dalle migliaia di ospiti.