Home Politica Politica Genova

Bimba nigeriana definita ligure da Toti, Rifondazione lo difende e attacca la Lega

0
CONDIVIDI
Rifondazione Comunista

“Credevamo che l’arrivo del nuovo anno ci potesse portare gradite sorprese. Le dichiarazioni del presidente della Liguria Giovanni Toti rivolte ai primi neonati della regione, cariche di affetto e prive di discriminazioni ci hanno fatto ben sperare.

Si tratta di figlie/i di famiglie di origine straniera la cui nascita dovrebbe rallegrare chiunque.

A protestare la paccottiglia xenofoba, capitanata dal capogruppo regionale della Lega secondo cui quei bambini non possono essere definiti liguri”.

Toti definisce ligure la bimba nigeriana, prima nata al S. Martino: polemiche su fb

Mai: non si può definire ligure chi nasce sul nostro territorio da genitori stranieri

Lo hanno dichiarato ieri sera Stefano Galieni (segreteria nazionale di Rifondazione comunista – responsabile immigrazione) e  Jacopo Ricciardi (segreteria regionale Rifondazione comunista Liguria).

“Vogliamo pensare – hanno aggiunto – a una carenza di intervento notturno delle Forze dell’ordine che non hanno avuto modo di impedire l’assembramento di Capodanno in casa Lega, dove evidentemente l’alcool ha obnubilato le meningi del suddetto capogruppo, che forse intendeva rinnovare gli antichi fasti del Papeete che pure non portarono fortuna al Capitano.

O più seriamente dovremmo lavorare nell’anno in arrivo, per una riforma della legge sulla cittadinanza che garantisca pari diritti a chi nasce, cresce o é stabilmente residente in Italia.

Ci auguriamo che almeno ora le forze democratiche presenti in parlamento mantengano un impegno preso e per paura non ancora mantenuto”.