Home Politica Politica Genova

Autonomia della Liguria, Toti: Pd inaffidabile scrive le solite inesattezze

0
CONDIVIDI

“Tutto quello che il Pd avrebbe dovuto sapere sull’autonomia della Liguria, prima di scrivere le solite inesattezze”.

E’ il titolo dell’articolo, lettera aperta, replica e precisazione del cronista-governatore Giovanni Toti, che oggi ha risposto alla capogruppo e ai consiglieri del Pd che lo hanno criticato sulla tempistica dell’iter seguita per l’autonomia della nostra regione.

“Sull’autonomia della Liguria – ha aggiunto Toti – per opportuna conoscenza della signora Paita e dei signori del Pd, che pure avrebbero potuto informarsi da soli, è bene precisare che:

– questo Governo, ancora in carica anche se le Camere sono state sciolte, sta continuando la trattativa sull’autonomia con Lombardia, Emilia e Veneto, con l’obiettivo di arrivare ad una intesa nelle prossime settimane.

– questo stesso Governo, con cui abbiamo già avviati i contatti attraverso il sottosegretario agli Affari Regionali Gianclaudio Bressa, è intenzionato ad aprire il tavolo di confronto con la Liguria, in seguito alla nostra richiesta, già nella settimana prossima, con l’obiettivo di raggiungere un’intesa nei tempi più brevi possibile (una telefonata ai membri Pd del Governo avrebbe evitato al partito ligure l’ennesima brutta figura).

– l’intesa raggiunta tra la Regione Liguria e il Governo su maggiori margini di autonomia, ove la trattativa vada a buon fine, sarà sopposta al voto del nuovo Parlamento, esattamente come le intese di Lombardia, Veneto ed Emilia e probabilmente quella del Piemonte, che proprio in questi giorni ha deciso di percorrere, dopo la Liguria, un identico cammino.

– il tema finanziario, ovvero la compartecipazione al gettito fiscale della Liguria per pagare la maggiore autonomia, è parte integrante della trattativa in tutte le Regioni.

Ecco cari amici del Pd quello che avreste dovuto sapere sull’autonomia prima di scrivere imprecisioni varie su questo tema”.