Home Consumatori Consumatori Genova

Alla MBA’s Conference la sostenibilità e progetti di salvaguardia dei mari

0
CONDIVIDI
Alla MBA’s Conference, la sostenibilità e progetti di salvaguardia dei mari

MBA’s Conference and Regatta organizzata da SDA Bocconi School of Management e Yacht Club Italiano è da 15 anni un momento imprescindibile per i manager del mondo che si ritrovano a Santa Margherita Ligure per un momento di networking e di visione.

Momento centrale dell’evento, la Conference di quest’anno intitolata: The Role of the new Leaders for the Blue Economy: saving the Ocean for a Smart and Sustainable Growth organizzata in collaborazione con One Ocean Foundation all’Abbazia della Cervara per far conoscere a studenti e stakeholder di tutto il mondo istituzioni e aziende che ogni giorno si battono per la tutela delle terre sommerse, il 70% del pianeta.

Con la moderazione di Maurizio Dallocchio, Full Professor of the Department of Finance at Bocconi University, si sono alternati gli interventi di Sandro Carniel, primo ricercatore del CNR, Daniele Moretti, caporedattore Sky TG24, Daniele Maver Presidente e Amministratore Delegato di Jaguar Land Rover Italia, Marco Tolentino Sr Director Sales, ADIDAS Italia.

“Stando al report del World Economic Forum – spiega Moretti (Sky) – se non modifichiamo il nostro comportamento, nel 2050 ci sarà più plastica che pesce nel mare. L’impiego della plastica a livello mondiale è aumentato di 20 volte negli ultimi 50 anni, e si prevede che raddoppi ulteriormente nei prossimi 20 anni. Nel 2050 produrremo più del triplo del materiale plastico del 2014”.

Sky ha lanciato una campagna internazionale “Un Mare da Salvare” per difendere i mari dall’inquinamento da plastica, dall’eccessivo sfruttamento delle risorse ittiche e dalla perdita della biodiversità. “Il nostro obiettivo – aggiunge Moretti – è quello di stimolare le persone a compiere piccole azioni quotidiane positive, incoraggiandole a impegnarsi in prima persona. Ci impegniamo ogni giorno ad ascoltare la scienza e interpretarne i dati, trovando poi la modalità giusta per informare il pubblico in un modo chiaro, semplice, ma soprattutto corretto”.