Home Cronaca Cronaca La Spezia

Aggressione omofoba a Vernazza, moldavo espulso dall’Italia: socialmente pericoloso

0
CONDIVIDI
5Terre, Vernazza (foto di repertorio fb)

Oggi è stato completato l’iter amministrativo per l’espulsione dal territorio nazionale del 19enne moldavo autore dell’aggressione omofoba avvenuta venerdì scorso nella stazione ferroviaria di Vernazza.

Vernazza, coppia gay aggredita perché si bacia in pubblico: arrestato un moldavo

Il provvedimento del questore della Spezia è stato convalidato dal giudice di pace presso il centro di permanenza e rimpatrio di Gradisca di Isonzo (Gorizia).

La complessa procedura volta all’accompagnamento definitivo in frontiera dello straniero è stata immediatamente avviata dall’ufficio immigrazione della questura che, appena convalidato l’arresto, ha acquisito il previsto nulla osta dalla procura.

Dal fascicolo è emerso un significativo quadro complessivo di pregiudizi e precedenti penali gravanti sullo straniero, già all’attenzione della Polizia, oltre che l’attualità dello status di irregolarità sul territorio nazionale, per cui è stata istruita la richiesta al Prefetto della Spezia di decreto di espulsione per motivi di pericolosità sociale.

Per dare corso al definitivo accompagnamento in frontiera, non essendo ancora ripresi i voli con la Moldavia a causa dell’emergenza coronavirus, il questore ha disposto l’esecuzione dell’espulsione prefettizia con il trattenimento in centro di permanenza e rimpatrio, dove lo straniero è stato accompagnato da una pattuglia.