ARCHIVIO

Agente ci rimette la milza, tunisino scarcerato e riarrestato per furto

IMPERIA. “Poliziotto ci rimette la milza a Sanremo. Il malvivente nordafricano, gravato di pregiudizi di polizia e coinvolto in un’altra aggressione nell’imperiese, viene arrestato dai colleghi, rimesso in libertà da un magistrato e torna tranquillamente a delinquere.

Tutto nel giro di alcuni giorni, come da copione. Il tunisino del branco fermato dalla polizia lo scorso agosto nei pressi di un supermercato a Bussana, venerdì scorso è stato nuovamente arrestato dai carabinieri per furto aggravato a Gavorrano, in Toscana.

Vedremo se anche in questo caso il giudice concederà solo l’obbligo di firma, sarà previsto il rimpatrio o lo lascerà in galera".

Lo ha riferito oggi il capogruppo regionale della Lega Nord Liguria, Alessandro Piana.

"Chi delinque abitualmente - ha aggiunto Piana - in genere è pronto a qualsiasi tipo di reazione in danno del malcapitato cittadino che si difende o delle Forze dell’ordine che intervengono per assicurarlo alla Giustizia.

In altre parole, tutte queste persone risultano potenzialmente violente e senz’altro pericolose perché spesso propense a reiterare i reati, senza avere alcun rispetto della proprietà, dei cittadini e delle nostre leggi.

Infatti oggi alla maggioranza delle persone appaiono incomprensibili certi provvedimenti di alcuni giudici, forse improntati più a vecchi schemi ideologici che al buonsenso rispetto alla necessaria applicazione delle norme.

Certe posizioni della politica di sinistra e di taluna magistratura, che sembra pronta a difendere più i delinquenti e meno i cittadini onesti e le Forze dell’ordine che li difendono,  ormai sono sotto gli occhi di tutti.

Noi non vogliamo che poliziotti e carabinieri vedano vanificato il loro costante e prezioso lavoro.

Pertanto, quando andremo a governare, faremo anche la necessaria riforma della Giustizia nell’esclusivo interesse dei cittadini onesti e perbene”.