Home Sport Sport Genova

A fine maggio 2022 il Mondiale 24h di Finale Ligure

0
CONDIVIDI

“Siamo tornati”! Si, “we are back”. Così gli organizzatori della 24H of Finale oggi annunciano ufficialmente le prossime date di uno degli eventi più attesi dall’estesa platea internazionale di appassionati di mountain bike.

Il 27, 28 e 29 maggio 2022 oltre 3000 bikers, provenienti da ogni angolo del mondo e di Italia, solcheranno i sentieri del finalese per ri-dare vita ad un evento leggendario, che non solo nel 2022 celebrerà la sua 22esima edizione (coincidenza numerica perfetta) ma che accoglierà anche la nona edizione del World SOLO 24 Hours MTB Championship, il mondiale che raduna i più grandi atleti internazionali che corrono le 24 ore in solitaria.

La 24H of Finale è da sempre un evento trasversale: un momento di festa, in cui la bicicletta è protagonista, dedicato ai suoi appassionati, a quella “tribù” che si muove motivata dalla voglia di condividere una passione e uno stile di vita.

“Maggio sarà un mese che porrà la Liguria al centro del mondo delle due ruote a pedali e dopo il Giro d’Italia vedremo tornare protagonista la mountain bike, una disciplina che sempre più sta raccogliendo appassionati – così dichiara l’assessore regionale allo sport Simona Ferro – questa tre giorni di sport e passione saranno anche l’occasione per mostrare il nostro territorio a chi non lo conosce e conferma come lo sport può essere un grande motore di economia e turismo oltre che l’emozione del gesto atletico”.

Il programma della 24H of Finale (27, 28 e 29 Maggio 2022) racconta da sé la particolarità della manifestazione, aperta sia a professionisti che ad amatori, tutti animati dallo stesso spirito assolutamente leggero e volto alla pura condivisione di emozioni e situazioni.

Nel dettaglio:

– WEMBO World SOLO 24 Hours MTB Championship 2022 (da venerdì 27 maggio a sabato 28 maggio)

– 24H of Finale MTB: la Team Race dedicata a tutti i partecipanti in Mountain Bike, che partirà dopo l’arrivo del mondiale)

– 24H of Finale E-MTB: la Team Race dedicata a tutti i partecipanti in E-MTB, che partirà dopo l’arrivo del mondiale e si svolgerà in contemporanea alla gara MTB ma su un percorso differente

Come si partecipa alla 24H OF Finale?

Lo spiega Riccardo Negro, del team BluBike, organizzatore dell’evento: “Una “24 ore“ prevede che i partecipanti percorrano un circuito ad anello, sfidandosi nel compiere il maggiore numero di giri nell’arco di 24 ore. Si può partecipare in Team (da 2, 4 o 6 partecipanti) oppure in Solitaria, tenendo ben presente che la 24 ore di Finale è un evento adatto ad ogni tipo di ciclista anche se non proprio alle prime armi. La cosa che accomuna tutti i partecipanti – afferma Negro – è la passione per la Mountain Bike e la voglia di divertirsi”.

Infatti, a seconda del tipo di squadra con la quale si decide di partecipare, ci si approccia all’evento in maniera diversa, trovando il modo di viverlo appieno. Ci sono, infatti, sia team molto agonistici con professionisti, con una strategia di gara ben precisa, sia team assolutamente goliardici, i cui componenti badano di più a fare festa piuttosto che al cronometro.

Angelo Berlangieri, Presidente dell’Unione Industriali della Provincia di Savona, nella sua veste di Presidente del comitato organizzatore della 24H OF Finale, sottolinea l’importanza e lo spessore della prossima edizione della 24H of Finale: “Il ritorno a Finale Ligure del Mondiale WEMBO di MTB è motivo di soddisfazione e di speranza. Soddisfazione, perché si concretizza il concetto che una destinazione turistica ha successo e guadagna reputazione quando riesce a costruire prodotti ed esperienze turistiche uniche, ed il finalese ha costruito, in questi anni, un portfolio di prodotti ed esperienze turistiche outdoor unico in Italia. Speranza, perché dopo la crisi da pandemia Covid19, poter organizzare un mondiale è segno tangibile di ripartenza e della resilienza di un’economia, il turismo, che tanto ha sofferto in questi mesi ma che ha in sé tutte le potenzialità per guidare la ripresa e ridare speranza ad un intero territorio. Sarà un Mondiale appassionante ed un’esperienza da vivere nella storia del Turismo ligure”.

Parliamo di WEMBO

WEMBO nasce nel 2011 dall’esigenza, da parte degli organizzatori delle competizioni di 24 ore MTB di diversi paesi del mondo, di avere uno standard organizzativo internazionale condiviso, con regolamenti e visioni comuni, al fine di offrire agli atleti un format di gara coerente tra loro.

Trovato tale standard, unendo le esperienze degli organizzatori di tutto il mondo (Australia, Italia, Stati Uniti, Scozia, …) WEMBO ha potuto facilmente proporre agli atleti la possibilità di confrontarsi in un evento annuale che determinasse il titolo di Campione del Mondo della disciplina.

Il Primo Campionato Mondiale è stato organizzato, quindi, nel 2012, proprio a Finale Ligure sul famoso

tracciato della 24H of Finale. Da allora, una volta all’anno WEMBO ha assegnato le maglie di campione mondiale SOLO 24H MTB spostandosi costantemente nel mondo:

2012 – Finale Ligure, Italia

2013 – Canberra, Australia

2014 – Fort Wiliam, Scozia

2015 – Weaverville, California, USA

2016 – Rotorua, Nuova Zelanda

2017 – Finale Ligure, Italia

2018 – Fort Wiliam, Scozia

2019 – Costa Rica MS, Brasile

2020 – WEMBO annullato a causa della pandemia di COVID-19

2021 – WEMBO annullato a causa della pandemia di COVID-19

2022 – Finale Ligure, Italia

Presidente di Wembo è l’australiano Russel Baker, presente il prossimo maggio a Finale Ligure, che afferma con convinzione: “Nel 2011, 3 organizzazioni dedicate alla mountain bike si sono unite e, insieme a BluBike e NoFuss Events, hanno dato vita a WEMBO. Il nostro primo WEMBO World Solo 24 ore Mountain Bike Championship si è tenuto proprio a Finale Ligure nel 2012 e qui davvero tutti abbiamo ‘fatto la storia’. Da allora WEMBO ha organizzato eventi in tutto il mondo: in Scozia, Australia, Svizzera, Stati Uniti, Slovacchia, Nuova Zelanda, Portogallo, Italia e Brasile. Ora, dopo 2 anni di attesa a causa del COVID-19, è arrivato il momento, per tutti i corriidori di 24 ore del mondo, di tornare a far “rivivere la storia” proprio da dove tutto è iniziato. Con un ottimo percorso e l’atmosfera dell’evento che solo Finale Ligure sa garantire, grazie al team BluBike, non vedo l’ora di dare il benvenuto a tutti per iniziare il prossimo nuovo capitolo della mountain bike 24 ore su 24.”

I campioni attesi

Cory Wallace: canadese, attuale campione mondiale della categoria maschile. Dopo aver inseguito il titolo mondiale per anni sempre scontrandosi con lo storico atleta australiano Jason English, vinse il suo primo titolo mondiale proprio a Finale Ligure nel 2017.

Gaia Ravaioli: italiana (e ligure), attuale campionessa mondiale della categoria femminile. Dopo aver vinto il suo primo titolo nel 2017 a Finale Ligure, lo ha confermato nel 2019 in Brasile.

Jason English: australiano. E’ lo storico rivale di Cory Wallace, primo vincitore di un titolo wembo nel 2012 e campione imbattuto fino al 2017, anno in cui la leadership atletica è cambiata.

Kai Saaler: tedesco. Negli ultimi anni ha vinto diverse volte il titolo europeo sulla distanza di 12 e 24 ore. in MTB cimentandosi anche in un Guinnes World Record di scalata in MTB facendo circa 17391 metri di dislivello in 24 ore Rudolf Springer: austriaco. Un veterano della 24H of Finale, essendo l’atleta che l’ha vinta più volte in solitaria.

Nico Valsesia: italiano. Sicuramente l’atleta più poliedrico che parteciperà. Dopo diverse partecipazioni di successo ad Ultra Trail di corsa a piedi e alla RAAM in bici da strada, vince nel 2018 la Italy Divide. La sua ecletticità tra corsa a ciclismo lo rende un atleta capace di record anche alpinistici, detiene infatti gli attuali record di ascensione in velocità, dal mare alla vetta, del Monte Bianco, del Monte Aconcagua, Monte Elbrus e del Monte Kilimangiaro.

Il percorso

Il tracciato della 24H of Finale, fruibile sempre, è divenuto negli anni un vero e proprio emblema.

Non si è mai voluto scendere a compromessi nel proporre un tracciato di “vera” MTB, evitando il più possibile strade sterrate a vantaggio di divertenti e più “flow” single track. L’anello rappresenta, quindi, la sintesi del patrimonio sentieristico del Finalese, racchiudendo la varietà e la tecnicità che li contraddistingue.

Sono famosissime le sue vedute panoramiche a picco sul mare, affacciate sia sulla baia dei Saraceni di Varigotti che sul Golfo dell’Isola di Bergeggi sopra a Noli, godibili da un anello che alterna sia salite tecniche che tratti di discesa con veloci curve paraboliche.

La sua tecnicità, il dislivello e l’impegno di concentrazione che richiede nell’arco di una 24 ore hanno contribuito fortemente all’epicità dell’evento, ma anche al suo riconoscimento a livello sportivo internazionale, essendo considerato dagli atleti come il percorso più completo ed appagante a livello agonistico.

A confermare l’epicità dell’evento è proprio Gaia Ravaioli, ligure, attuale campionessa mondiale della categoria femminile: “Per dare un’idea dell’impresa, gli atleti che nel 2017 a Finale Ligure hanno conquistato il titolo, hanno percorso 380KM per 13.300 mt di dislivello per la categoria maschile e 320KM e 11.200 mt di dislivello per quella femminile. Questo genere di gara – prosegue Gaia – ti porta a superare sempre nuovi limiti, sia nel prepararla che nel compierla: è una grande sfida contro se stessi ed è questo a renderla tanto accattivante”. Chiude la campionessa del mondo: “ho partecipato a molte 24H a livello internazionale, ma quella di Finale Ligure ha un’atmosfera e un calore unici. Ci si sente parte di una grande festa che coinvolge e avvicina migliaia di atleti ed appassionati da tutto il mondo. Inoltre, il percorso è stupendo, completamente fuori strada, ricco di salite tecniche e discese divertenti e veloci, immersi in un contesto panoramico che toglie il fiato. Questa gara occupa uno spazio importante nella mia carriera per questo mi sono molto emozionata quando ho saputo che il mondiale del 2022 sarebbe tornato a Finale Ligure: sono felice ed orgogliosa di farne parte”.