Home Cultura Cultura Italia

300 racconti per la 6a edizione di, Caro Fabrizio

0
CONDIVIDI
300 racconti per la 6a edizione di, Caro Fabrizio

Consegnati oltre 300 lavori da tutta Italia, il 21 luglio la pubblicazione  dei vincitori, saranno 15 anni esatti dalla scomparsa di Fabrizio Catalano

L’amore, mentre la vita ci incalza, è semplicemente un’onda alta sopra le onde.(Pablo Neruda)

Il periodo difficile, la stanchezza e il tempo dell’attesa fa traballare la speranza ma  gli
oltre 300  racconti, provenienti da tutta Italia, presentati per la sesta edizione del premio
letterario nazionale    “Caro Fabrizio ti racconto di un amore“ organizzato dall’Associazione “Cercando Fabrizio  e…”
dissolvono la stanchezza,  rinnovano la speranza  e addolciscono l’attesa.

La graduatoria finale sarà pubblicata sul sito web www.fabriziocatalano.it  il 21 luglio 2020. Una
data particolarmente significativa. Era infatti il 21 luglio del 2005, 15 anni fa, quando Fabrizio
Catalano, ragazzo diciannovenne di Collegno, sparì da Assisi dove frequentava il secondo anno di
un Corso di musicoterapia. La sua sacca e la sua chitarra sono stati rinvenuti, in luoghi e tempi
diversi, sul sentiero francescano della pace Assisi-Gubbio.
Da allora la mamma di Fabrizio, Caterina Migliazza, non ha mai perso la speranza e per ricordare
il figlio ha pubblicato il suo secondo libro “Il falco e l’altalena- La storia di una madre per un figlio scomparso” e ideato un concorso letterario che anno dopo anno ha ottenuto sempre più visibilità anche grazie alla partecipazione di migliaia di persone tra normali cittadini e studenti.
“Caro Fabrizio ti racconto di un amore“ è il titolo della sesta edizione del concorso di narrativa
aperto ad adulti e piccini, a chiunque ha voluto illustrare, esprimere e imprimere su carta, in forma scritta oppure illustrate, un amore da raccontare a Fabrizio immaginandolo come interlocutore e confidente. Fabrizio, infatti, amava la scrittura e proprio attraverso il linguaggio poetico e magico delle parole, sapeva esprimere il suo mondo interiore di forza e generosità,
apertura e accoglienza.

“Il nostro desiderio – spiega Caterina Migliazza – è che questa edizione, anche se a distanza, possa essere una
delle più belle di sempre. Nonostante la situazione d’emergenza, infatti, sappiamo che l’amore e l’affetto
non vengono meno, anzi li sentiamo più prepotenti ed esplosivi che mai dentro di noi, proprio perché non li
possiamo esprimere attraverso la fisicità. Inoltre, quest’anno saranno 15 anni esatti dalla scomparsa di
Fabrizio. Ecco perché questa sesta edizione acquista ancora più significato. Ora non ci resta che lasciarci
inondare dall’amore dei tanti racconti scritti e illustrati e affidarci all’arduo compito della giuria”.