Home Cultura Cultura Savona

I cento anni del Circolo Giovane Ranzi

0
CONDIVIDI
I cento anni del Circolo Giovane Ranzi

Cento anni raccontati attraverso musica, parole, testimonianze, aneddoti e immagini al Teatro Guido Moretti a Pietra Ligure

Era il sedici dicembre del 1919, quando un gruppo di diciotto giovani ranzini, si riunisce per dare vita al Circolo Giovane Ranzi. Un’Associazione che con orgoglio si identifica con un piccolo paese, e che ancora oggi, a distanza di cento anni, gode di ottima salute. Giovedi 19 Dicembre alle ore 21 presso il Teatro Moretti di Pietra Ligure verrà presentato il libro

La Nostra Storia, edito dal Circolo Giovane Ranzi, in cui sono raccontate le vicissitudini di Ranzi e dell’Associazione dell’ultimo secolo, che, necessariamente, tendono a sovrapporsi.

“Dopo così tanto tempo, arrivati ad un punto in cui la memoria inizia ad affievolirsi e i vecchi protagonisti iniziano a mancare, abbiamo sentito forte la responsabilità di raccogliere i frammenti della nostra storia, per consegnarli ordinati e il più possibile completi alle nuove generazioni” dice il Consiglio Direttivo del Circolo.

Quella del Circolo Giovane Ranzi, oggi conosciuto principalmente per l’organizzazione della Sagra del Nostralino e per la realizzazione delle infiorate artistiche è in realtà una storia ben più lunga e articolata fatta di solidarietà, amicizia, passione, rispetto, ambizione, inclusione che si tramanda ,incessantemente da più di cinque generazioni.

Durante la presentazione del libro, in un mix suggestivo tra parole, musica, immagini e testimonianze si cercheranno di individuare quegli elementi che con continuità e coerenza si sono riproposti nelle varie fasi di questa lunga storia, che hanno modellato i valori e i principi diun’intera comunità e hanno permesso la realizzazione di importanti progetti, portando lustro, non solo all’Associazione, ma anche a Ranzi e a Pietra Ligure.

La serata, ad ingresso libero e gratuito, sarà impreziosita dalle letture del giovane attore pietrese Manuel Zicarelli e dagli interventi musicali della band Ni.Co.