Home Sport Sport La Spezia

Venezia-Spezia, Marino: Sconfitta immeritata

0
CONDIVIDI
Marino

Al termine del match, Pasquale Marino analizza cosi la prova dei suoi.

“Nel primo tempo siamo rimasti un po’ troppo bassi, ma non ho visto uno Spezia subire il Venezia ed i nostri avversari hanno creato soltanto un paio di conclusioni con Bentivoglio, compresa quella deviata che ha portato al gol che ha deciso il match; nella ripresa hanno creato un’unica occasione in contropiede con Di Mariano ed il pareggii sarebbe stato il risultato piu giusto.

Nel primo tempo sullo 0-0 abbiamo avuta una chance importantissima in contropiede con Okereke che era a tu per tu con il portiere, avrebbe potuto cambiare la storia del match.

Ci è servito lo schiaffo del gol per fare la partita nella loro metà campo, ma dobbiamo migliorare dal punto di vista realizzativo ed anche dal punto di vista fisico: quando saremo più lucidi nelle giocate negli ultimi metri si vedrà la differenza.

Ripeto, secondo me il pareggio sarebbe stato il risultato giusto oggi, una partita con un ritmo poco elevato come ci si aspetta da un confronto di inizio stagione.
Galabinov? Ha fatto due belle sponde, una per il tiro di Bartolomei, ma gli devono arrivare più palloni.

In davanti serve un giro palla più veloce, una frequenza diversa, ma anche su questo incide la condizione fisica; abbiamo tanti attaccanti più le mezzali per chiudere bene le azioni.

Ricci è arrivato dopo, Crivello non ha ancora una partita nelle gambe, lo stesso Galabinov negli ultimi tempi si era allenato a basso regime. Quando avremo velocità non concederemo tempo agli avversari per ricompattarsi. Lo stesso approccio sarà meno timido, anche se a parte il gol abbiamo concesso proprio poco”.