Home Spettacolo Spettacolo Genova

Una notte all’Opera: un concerto speciale al Teatro Modena

0
CONDIVIDI
Fabio Armiliato

Davvero speciale il concerto offerto alla città ieri sera lunedì 9 dicembre al Teatro Modena dal Teatro Carlo Felice. Si sono esibiti, tra applausi scroscianti e meritatissimi (ma chi ne dubitava?), belli da sentire e da vedere, tre nomi prestigiosi del panorama lirico internazionale e glorie della nostra città: il soprano Serena Gamberoni, genovese da quindici anni (che ammireremo ne “La Bohéme del 14 dicembre nelle vesti di Mimì) e i genovesissimi Fabio Armiliato, tenore, e Michele Patti, baritono.

Al pianoforte Sirio Restani, organista, pianista, clavicembalista e compositore, Maestro Collaboratore di Sala del Carlo Felice.

Gli artisti hanno spaziato dal grande repertorio operistico (Otello e La traviata di Verdi, Tosca e La bohème di Puccini, Le nozze di Figaro di Mozart), alla canzone napoletana (Core ‘grato di Salvatore Cardillo e Non ti scordar di me di Ernesto De Curtis) e al tango (Por una cabeza di Carlos Gardel).

Sempre d’impatto il duetto “Tace il labbro” da La vedova allegra di Franz Lehár; indimenticabile, anche per la sentita interpretazione,  un classico della musica natalizia come White Christmas di Irving Berlin.

E, per concludere, non poteva mancare la canzone-vessillo della città, “Ma se ghe pensu”, modulata da uno strepitoso ed intimista Fabio.

Hanno onorato il concerto con la loro presenza il Presidente della Regione Giovanni Toti e il Sindaco Marco Bucci, arrivati al Teatro Modena dopo aver presenziato all’accensione dell’albero natalizio donato a Sampierdarena dal Parco Regionale della Val D’Aveto.

Soddisfatto il Sovrintendente Claudio Orazi, che ha voluto il concerto proprio per rispondere alla vocazione territoriale del Teatro Carlo Felice: infatti, come evidenziato dagli illustri ospiti, il concerto Una notte all’Opera nasce dalla volontà della Regione Liguria e del Comune di Genova di estendere l’offerta musicale in ambito cittadino e territoriale.

E in particolare il Teatro Carlo Felice si impegna anche per il futuro ad implementare, per quantità e qualità, le produzioni musicali su tutto il territorio della Regione Liguria: tali iniziative, fra l’altro, rientrano pienamente tra gli obiettivi statutari della Fondazione lirica.

Eli/P.