Home Spettacolo Spettacolo Genova

Teatro Akropolis, 20 maggio: a Villa Bombrini “Un solo respiro”, spettacolo di danza

0
CONDIVIDI
Teatro Akropolis
Chenevier per "Un solo respiro"

Cinquanta persone in scena e “Un solo respiro”. Andare tutti assieme ma non allo stesso modo. Ci prova il liceo statale Piero Gobetti di Genova, l’unico in Liguria con una sezione coreutica, che ha accettato con entusiasmo la proposta della compagnia Cie Les 3 Plumes di partecipare a “Un solo respiro”, con cui venerdì 20 maggio (ore 17 e 19) a villa Bombrini (via Muratori 5, Cornigliano) si chiude l’attività primaverile di Teatro Akropolis, ripresa dopo i lavori di ristrutturazione e la riapertura. Il coreografo Marco Augusto Chenevier, con i danzatori Océane Delbrel e Alessia Pinto, è riuscito a coinvolgere nel suo progetto non solo gli studenti, ma anche gli insegnanti, il personale ATA, quindi amministrativo, tecnico o ausiliario, e persino la dirigente Chiara Saracco: oltre quaranta persone che a diverso titolo varcano la soglia del liceo Gobetti. Danzeranno tutti insieme. Via le barriere, un calcio ai ruoli, niente libri, registro abolito. La sfida è partecipare a una creazione d’arte, ognuno con il proprio corpo e il proprio modo di farlo vivere. Esorcizzando la paura di respirare che abbiamo avuto per due anni.

Questo è l’obiettivo dell’improvvisazione progettata da Cie Les 3 Plumes per lo spazio esterno di Villa Bombrini (se piove l’azione viene trasferita nel salone). Si compone di tre giorni di laboratorio e spettacolo finale. Da martedì 17 a giovedì 19 maggio, ore 9/16, Marco Augusto Chenevier, Océane Debrel e Alessia Pinto guidano il laboratorio di improvvisazione coreografica a cui partecipa il liceo Gobetti nel suo insieme. Venerdì 20 maggio, con le due repliche delle 17 e delle 19 a ingresso libero, avrà luogo la rappresentazione aperta al pubblico. La restituzione conclusiva del lavoro sarà documentata dagli studenti dell’Accademia Ligustica di Belle Arti del corso di Fotografia di scena, a cura del docente Federico Pitto.

«La pandemia di Covid-19 ci ha costretti – spiega Marco Augusto Chenevier – per molti mesi a un grande isolamento. Oggi l’urgenza, la necessità, il desiderio di ritrovarsi sono fortissimi. Ecco perché abbiamo deciso di lavorare sull’ascolto e sull’insieme, non inteso come un dittatoriale e uniformante “insieme”, ma come sciame multiforme, in cui le autonomie di ognuno si incontrano. Questo lavoro è incentrato sulla sensibilità, sulle sfumature, sull’ascolto. Come un solo respiro. Un respiro, che in questo periodo abbiamo dovuto coprire, per proteggerci e per proteggere gli altri, che può essere veicolo inconsapevole di contagio, ma che è anche lo strumento fondamentale per danzare insieme».

Il progetto “Un solo respiro” è prodotto da Cie Les 3 Plumes con il sostegno della regione autonoma Valle d’Aosta, in coproduzione con Kilowatt Festival e ZUT! Umbria Factory Festival, con il sostegno in residenza di CCN de Roubaix e con il sostegno della Società per Cornigliano.

Il focus di approfondimento su Marco Augusto Chenevier è parte della programmazione della dodicesima edizione del festival Testimonianze ricerca azioni di Teatro Akropolis.

BIOGRAFIA
Coreografo, danzatore, regista e attore, Marco Augusto Chenevier sviluppa, in qualità di autore, una ricerca che attraversa i codici linguistici, ne esplora i limiti e mette in discussione forma e struttura, creando originali ibridi nati dalla fusione tra danza, teatro, circo, cabaret, giochi di società e tecnologia. Diplomato all’Accademia Internazionale di Teatro a Roma, ha studiato presso la scuola di danza contemporanea Filomarino e con Annapaola Bacalov a Roma. Per sette anni è stato studente e poi assistente di Isaac Alvarez (primo assistente di J. Lecoq) in Francia, presso il Théâtre du Moulinage. Ha collaborato in qualità di danzatore con diverse compagnie tra Italia e Francia (Romeo Castellucci e Cindy Van Acker, Cie CFB451 in seno al CCN di Roubaix – Carolyn Carlson, Cie Lolita Espin Anadon). Ha firmato oltre quindici produzioni ed è stato direttore artistico di diversi eventi tra cui il Festival “Morg-Ex Machina”, il “Roma Street Art Festival”, la rassegna itinerante “Le marmotte non dormono”. Attualmente è co-direttore del Festival T*Danse – Danse & Technologie – Festival Internazionale della Nuova Danza di Aosta e del Teatro della Cittadella di Aosta.

TEATRO AKROPOLIS

Venerdì 20 maggio 2022, ore 17 e 19
Villa Bombrini
Via Muratori 5, Cornigliano

PRIMA ASSOLUTA
UN SOLO RESPIRO
Improvvisazione site specific open air
coreografia e concept: Marco Augusto Chenevier
danzatori/trici: Océane Delbrel, Alessia Pinto, Marco Augusto Chenevier
in scena con oltre 40 tra studenti, docenti, personale ATAT e la dirigente Chiara Saracco
del liceo statale Piero Gobetti di Genova, sezione coreutica
produzione: Cie Les 3 Plumes – con il sostegno della regione autonoma Valle d’Aosta
coproduzione: Kilowatt Festival e ZUT! Umbria Factory Festival
sostegno in residenza: CCN de Roubaix

Dal 17 al 19 maggio (ore 9/16) laboratorio di improvvisazione coreografica
a cura di Marco Augusto Chenevier, Océane Delbrel, Alessia Pinto,

 

Ingresso gratuito
Gli eventi si svolgono nella piena ottemperanza delle normative anti Covid-19.
Solo se all’interno di Villa Bombrini è obbligatorio indossare le mascherine FFP2.
Per informazioni sugli eventi:

Teatro Akropolis
Info e biglietteria Teatro Akropolis – Via Mario Boeddu 10, Genova, Sestri Ponente
Prenotazioni tel. 329.1639577 tutti i giorni dalle 10 alle 20 email info@teatroakropolis.com
www.teatroakropolis.com