Home Cronaca Cronaca Genova

Stanotte e domani nevicate in Liguria, a Genova attivato numero verde

0
CONDIVIDI
Boaccadasse tetti imbiancati (foto L. Marmo)

Dalle 8 di oggi la Protezione civile del Comune di Genova ha attivato il numero verde 800177797, in attesa della nuova precipitazione nevosa che, secondo le previsioni meteo, è attesa per stanotte e domani.

Lo ha comunicato il consigliere delegato alla Protezione civile Sergio Antonino Gambino, che da stanotte è in prima linea con gli uomini del servizio pubblico comunale.

Nella prima mattina parte della città e il levante genovese (fino a Camogli) è stato interessato da precipitazioni a carattere nevoso con accumuli lievi, più evidenti sul centro-levante comunale. Cessati i fenomeni, stamane si sono registrate schiarite e la riduzione o scomparsa dei modesti depositi nevosi, dove presenti.

La pausa dei fenomeni dovrebbe protrarsi fino al pomeriggio, in attesa dell’arrivo della nuova fase perturbata.

Ecco l’ultimo aggiornamento del bollettino Arpal: “L’approssimarsi di una perturbazione atlantica determina un debole richiamo umido sulla Liguria con un progressivo peggioramento delle condizioni meteorologiche.

Dalle prime ore del mattino si segnalano spolverate nevose sulla costa tra Genova ed il promontorio di Portofino e tra Savona ed Albenga; deboli nevicate anche sull’interno di Centro Ponente.

Nonostante la copertura nuvolosa nella notte le temperature sono nuovamente scese su valori molto bassi e diffusamente negativi.

Per la giornata odierna saranno possibili ancora spolverate nevose fin sulla costa del Centro Ponente; deboli nevicate negli interni di Centro Ponente, localmente fino a moderate.

Temperature ancora su valori molto bassi con massime che supereranno lo zero solo sulla costa.

Venti provenienti dai quadranti settentrionali, in intensificazione nel corso della giornata e fino a burrasca in serata sul Ponente.

Mare in aumento fino a molto mosso sul Ponente, mosso a Levante.

Dalla sera progressivo peggioramento con nevicate ad iniziare dal Ponente fin sulla costa, in estensione nella notte al resto della regione”.