Home Sport Sport La Spezia

Spezia, Marino: abbiamo tanta voglia di fare bene

0
CONDIVIDI
Marino

Una seconda uscita positiva per gli aquilotti, che nonostante i pesanti carichi di lavoro svolti nel ritiro di Pontremoli, hanno dimostrato affiatamento e idee per la soddisfazione di mister Pasquale Marino.

“Sono contento perchè vedo grande applicazione, magari il ritmo scarseggia ancora, ma dopo dodici giorni di preparazione posso dire che il lavoro sta proseguendo secondo programmi; oggi una parte dei ragazzi ha giocato di più, magari nella prossima amichevole toccherà ad altri, in modo da consentire a più giocatori possibili di guadagnare una condizione ottimale in vista dei primi impegni ufficiali.

Normale che ai ragazzi in questo momento manchi un po’ di lucidità, ma arriviamo frequentemente in zona gol e questo è un segnale molto importante, perchè quando arriverà anche una condizione fisica buona, segnare sarà più facile.

Okereke? Il prestito in un campionato tosto come la Serie C lo ha aiutato a maturare ed ora sta lavorando molto bene ed è chiaro che in questo momento ha anche la fortuna di poter contare su un fisico che gli consente di avere un altro passo rispetto agli altri.

Il centrocampo? Stiamo provando varie soluzioni e questa fase della stagione serve anche a questo oltre che a metter benzina nelle gambe.

Dobbiamo incrementare il lavoro a costo di far qualche brutta figura in amichevole a causa delle gambe pesanti, ma è meglio sbagliare ora che quando ci saranno dei punti in palio; dobbiamo portare avanti il nostro programma di lavoro, cercando di portare la squadra in condizione al momento opportuno ed oggi ad esempio, nonostante la stanchezza, si sono viste cose molto interessanti.

Il gol subito da Lamanna? E’ stato bravo il calciatore avversario perchè ha realizzato una grande rete, d’altronde con la palla così distante era corretto che Eugenio stesse un po’ fuori dai pali: sicuramente meglio subire ora certi eurogol, piuttosto che nelle partite che contano.

Il mercato? Il DG e la Società sanno cosa serve e come muoversi, c’è un dialogo produttivo e costante, sappiamo di non dover sbagliare gli innesti e di non dover aver fretta, perchè le dinamiche del mercato cambiano ogni giorno”.