Home Economia Economia Savona

Sindacati sul piede di guerra a Savona: Chiudete tutte le fabbriche

0
CONDIVIDI
La Bombardier di Vado Ligure

Savona – Al momento sono solo due le industrie che resteranno chiuse in provincia di Savona: la Continental di Cairo Montenotte e la Bitron di Savona.

Altre fabbriche importanti come la Piaggio e la Bombardier non sono incluse nel decreto del governo.

Situazione che preoccupa i sindacati. «I dipendenti di queste aziende – sottolinea Andrea Pasa, segretario provinciale della Cgil – hanno tutto il diritto di restare a casa perché la salute è una cosa seria e va salvaguardata».

Alla Piaggio, tra l’altro, il 5 marzo scorso era stato scoperto anche un caso di Covid 19. Il dipendente è stato ricoverato all’ospedale San Paolo di Savona e una dozzina di colleghi sono finiti in quarantena.

Sia ieri che oggi in tutto lo stabilimento di Villanova d’Albenga proseguità l’intervento di sanificazione. «Se le maglie del decreto non si allargheranno – è la minaccia delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil – siamo pronti allo sciopero».