Home Cronaca Cronaca Genova

Sicurezza, nei cantieri del Terzo Valico sarà utilizzato modello Ponte di Genova

0
CONDIVIDI
Una galleria del Terzo Valico in fase di scavo (immagine di repertorio)

“Dopo l’incidente avvenuto lo scorso 1° febbraio nel cantiere del Nodo ferroviario di Genova abbiamo chiesto e ottenuto un incontro con il commissario straordinario Calogero Mauceri per ribadire che la sicurezza sul lavoro deve rappresentare la priorità.

Oltre al commissario, l’incontro ha visto la partecipazione di Rfi, Cociv e dei rappresentanti delle società affidatarie Cossi e Seli. Abbiamo apprezzato la disponibilità e la sensibilità di Mauceri non solo per quanto riguarda il Nodo ma anche per il Terzo Valico.

In sintesi, sarà utilizzato il modello applicato per la costruzione del nuovo Ponte di Genova.

Abbiamo fatto grandi passi in avanti sul tema della sicurezza: agli RLS e agli staff delle imprese affidatarie e in subappalto si sommerà il supporto dell’Asstra, l’associazione sindacale della sicurezza di tratta del Terzo Valico Liguria – Piemonte, non solo sul Terzo Valico ma anche per i cantieri del Nodo.

E’ stato inoltre concordato che verranno eseguiti sopraluoghi nei cantieri con le segreterie delle tre organizzazioni sindacali per diffondere la cultura della sicurezza a tutti i livelli: operai, tecnici e quadri intermedi.

Vista l’importanza del tema, il commissario convocherà un tavolo con Cociv, Rfi e le imprese al quale siederanno le tre organizzazioni sindacali di Genova e Alessandria per una verifica periodica sul tema della sicurezza di tutti cantieri del progetto unico Terzo Valico e Nodo ferroviario e di tutti gli affidatari”.

Lo hanno riferito oggi Mirko Trapasso, Andrea Tafaria e Federico Pezzoli, segretari generali di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil Genova e Liguria.