Home Politica Politica Genova

Saluti romani a Cogoleto, Bucci definisce i consiglieri comunali tre ‘besughi’

0
CONDIVIDI
Sindaco di Genova Marco Bucci (foto di repertorio)

“Sono tre ‘besughi’ che hanno fatto qualcosa di assolutamente intollerabile”.

Il sindaco di Genova e della Città metropolitana Marco Bucci oggi ha definito così, con un termine genovese, i consiglieri comunali di Cogoleto che, nella seduta consiliare del 27 gennaio scorso, peraltro nel Giorno della Memoria, avrebbero fatto il saluto romano durante le votazioni.

Cogoleto, Biamonti: nessun saluto romano, ricostruzione falsa su fb. Querelo il sindaco

Bufera su Cogoleto, saluti romani in consiglio comunale il Giorno della Memoria

Marco Bucci ha parlato in occasione della celebrazione del centenario dalla nascita di Teresa Mattei, madre costituente, organizzato da Anpi con il patrocinio del Comune a Palazzo Tursi.

“Condannare attraverso un comunicato stampa è troppo facile – ha sottolineato il sindaco Bucci – non ha lo stesso effetto che può avere durante una cerimonia come quella di oggi. Non è nel mio spirito condannare. Preferisco costruire e premiare ma ricordare persone come Teresa Mattei e riconoscere il valore di queste persone pubblicamente. E’ questo il segnale che ci conforta anche rispetto a quanto accaduto a Cogoleto. Questa è la risposta migliore ai quei tre ‘besughi’ che la settimana scorsa hanno fatto un qualcosa di assolutamente intollerabile”.

Nei giorni scorsi diversi esponenti dell’opposizione avevano chiesto a Marco Bucci di intervenire con una posizione chiara sul tema.

Il sindaco ha anche ricordato che mercoledì Genova ricorderà i 125 anni dalla nascita di un altro padre della Costituente, genovese e dirigente del Pci, Umberto Terracini.