Home Economia Economia Italia

Riva Trigoso, varata nuova fregata Spartaco Schergat: eroe Xa Flottiglia Mas

0
CONDIVIDI
Varo nuova fregata Spartaco Schergat e presidente consiglio regionale Piana

Stamane, alla presenza di varie autorità civili e militari, nello stabilimento Fincantieri di Riva Trigoso si è svolta la cerimonia del varo della nuova fregata Spartaco Schergat.

La nuova unità porta il nome dell’eroe e volontario della Regia Marina, che frequentò la scuola del Corpo reali equipaggi marittimi di San Bartolomeo alla Spezia e, dopo aver conseguito il brevetto da palombaro, venne inquadrato nella Xª Flottiglia Mas con la qualifica di operatore dei mezzi speciali d’assalto.

Fu decorato con la Medaglia d’Oro al Valor Militare per la sua partecipazione, nel dicembre del 1941, alla leggendaria spedizione nel porto di Alessandria con i mezzi d’assalto subacquei. Con un’operazione da manuale riuscì ad affondare la corazzata Queen Elizabeth insieme ad Antonio Marcegaglia.

Inoltre, fu insignito della Medaglia di Bronzo e della Croce di Guerra al Valor Militare per altre imprese compiute contro il nemico a Gibilterra e nel Mediterraneo Centrale.

Winston Churchill commentò così la gloriosa azione militare messa a segno dai mitici Durand de La Penne, Emilio Bianchi, Antonio Marcegaglia, Vincenzo Martellotta, Mario Marino e Spartaco Schergat: “Sei italiani equipaggiati con materiale di costo irrisorio hanno fatto vacillare l’equilibrio militare nel Mediterraneo a vantaggio dell’Asse”.

La fregata Spartaco Schergat è la nona unità italiana del programma FREMM (Fregata europea multimissione della Marina Militare).

“Oggi – ha spiegato il presidente del consiglio regionale Alessandro Piana – viene confermato il ruolo di primo piano al mondo della cantieristica navale italiana e siamo orgogliosi che una parte di questa importante esperienza industriale venga scritta proprio qui, in Liguria, attraverso i cantieri presenti sul nostro territorio, che hanno permesso di creare un’occupazione vasta e qualificata.

Il gruppo Fincantieri ha saputo nei decenni investire in ricerca per raggiungere altissimi livelli produttivi e una grande versatilità tecnologica, che ha permesso alla società di cimentarsi nelle più disparate tipologie di mezzi navali. E tutto questo anche grazie alle maestranze liguri”.

Il presidente Piana ha inoltre sottolineato il ruolo strategico svolto da Regione Liguria per creare nuovi sbocchi formativi e occupazionali nel settore della cantieristica navale: “La presenza del gruppo Fincantieri nella nostra regione è un’occasione preziosa per potenziare la nostra vocazione marinara e aprire ulteriori sbocchi lavorativi di alta specializzazione”.