Home Consumatori Consumatori Genova

Recco, il sindaco Gandolfo: rimodulare e agevolare Tari 2021

0
CONDIVIDI
Carlo Gandolfo, sindaco di Recco

Tari 2021 ridotta del 100% la componente variabile della tassa sui rifiuti per le imprese in difficoltà. Sconto per le famiglie con un Isee inferiore a 18.000 euro

Recco, Tari 2021, le agevolazioni saranno rimodulate e agevolati i pagamenti.  Arriva un nuovo pacchetto di sconti e agevolazioni Tari (tassa rifiuti) per le utenze non domestiche colpite dalle restrizioni e dalle chiusure per contenere il Covid 19 nella seconda ondata e per le famiglie disagiate.
Alle utenze non domestiche, che tra gennaio e giugno 2021, hanno avuto un calo del fatturato del 30%, rispetto allo stesso periodo del 2019, la riduzione della parte variabile della tariffa Tari sarà del 100%. Gli sconti saranno applicati purché imprenditori richiedano l’agevolazione entro il termine del 30 settembre 2021, utilizzando l’apposito modulo predisposto dal Settore Servizi per le Entrate.
I fondi messi a disposizione dal Comune di Recco sono circa 225mila euro. La riduzione potrà essere chiesta anche dalle imprese che hanno subito una perdita inferiore al 30 per cento nel periodo individuato e che saranno ristorate in caso di avanzo dei fondi messi a disposizione.
Inoltre è prevista la riduzione del 50% della parte variabile delle tariffe Tari per le famiglie economicamente svantaggiate, con un Isee non superiore a 18.000 euro. In questo caso gli sconti saranno applicati purché le famiglie richiedano l’agevolazione entro il termine del 5 novembre 2021.
La Giunta comunale il 17 giugno, ha approvato la delibera. Carlo Gandolfo, sindaco di Recco dopo l’approvazione del provvedimento porterà in Consiglio Comunale la delibera che riduce del 100% la componente variabile della tassa per le imprese.
«L’Amministrazione comunale   ̶   commenta il sindaco Carlo Gandolfo   ̶   si è dimostrata capace di cogliere questa opportunità, utile ad alleggerire il peso della fiscalità locale a beneficio delle imprese, penalizzate dalle restrizioni dovute alla pandemia, e delle famiglie. 
Si tratta di provvedimenti strategici, destinati a sostenere, per quanto possibile, il tessuto economico-sociale della città di Recco, con particolare riferimento alle categorie maggiormente in sofferenza a causa delle misure di contenimento dell’emergenza sanitaria». ABov