Home Consumatori Consumatori Genova

Recco, finanziato 35mila euro per scuole più moderne e sicure

0
CONDIVIDI
Recco, finanziato 35mila € per scuole più moderne e sicure

Trentacinquemila euro di investimenti nelle scuole comunali di Recco.

Recco, finanziato 35mila € per scuole più moderne e sicure. Questo investimento è destinato a migliorare l’offerta formativa e a garantire la massima sicurezza. Sono risorse equamente distribuite tra l’acquisto di arredi, una cucina e nuove tecnologie.

«Con i fondi messi a disposizione delle scuole dal Comune   ̶   commentano il sindaco Carlo Gandolfo e lassessore alla pubblica istruzione Davide Manerba   ̶   abbiamo proseguito in un percorso che vede spazi e attrezzature sempre più adatti a rispecchiare gli obiettivi pedagogici e i nuovi metodi per la didattica, di cui l’amministrazione vuole essere partecipe impegnandosi a investire nell’istruzione del futuro».

Come saranno investiti questi finanziamenti?

Il Comune di Recco attraverso questo stanziamento, acquisterà lavagne multimediali di ultima generazione per le classi della scuola di via Massone. Nelle scuole dell’infanzia di San Rocco e Megli e in alcune aule della scuola primaria saranno installate tende ignifughe parasole.

Nella scuola dell’infanzia di Megli sarà acquistata una nuova cucina mentre nuove attrezzature saranno messe a disposizione delle cucine negli altri plessi. Inoltre per la scuola di via Massone è previsto l’arrivo di nuovi tavoli. Infine una parte dei fondi sono stati destinati alla dotazione di apparecchiature per migliorare la connettività internet e telefonica. Le apparecchiature saranno installate nei plessi di Megli, San Rocco e via Milano.

Nella mattina del 15 settembre in occasione dell’inizio del nuovo anno scolastico, il sindaco di Recco Carlo Gandolfo e l’assessore alla pubblica Istruzione Davide Manerba hanno portato l’augurio di buon studio e buon lavoro ad alunni, docenti e tutto il personale delle scuole. La dirigente dell’Istituto comprensivo Elena Firpo ha invitato e accolto il sindaco e l’assessore per inaugurare il primo giorno di scuola. ABov