Home Politica Politica Mondo

Putin alla nazione: Mobilitazione parziale della Russia

0
CONDIVIDI
Putin alla nazione: E’ mobilitazione parziale in Russia
Il presidente della Federazione Russa Vladimir Putin

Il decreto (traduzione Google translate). Solo i cittadini che sono attualmente in riserva e quelli che hanno prestato servizio nelle Forze armate, ed hanno determinate specialità militari e relativa esperienza, saranno soggetti alla mobilitazione

Di prima mattino Putin, in un discorso sembra registrato, ha parlato alla nazione a proposito della situazione in Ucraina, attuando, con un apposito decreto, una mobilitazione parziale in Russia. Questo anche in seguito alla richiesta di referendum voluti dalle regioni di Lugansk, Donetsk, Kherson e Zaporozjie.

Secondo quanto riporta l’agenzia Tass “Solo i cittadini che sono attualmente in riserva e quelli che hanno prestato servizio nelle Forze armate, ed hanno determinate specialità militari e relativa esperienza, saranno soggetti alla mobilitazione.

Coloro che saranno chiamati al servizio militare, prima di essere inviati alle unità riceveranno un addestramento militare aggiuntivo, tenendo conto dell’esperienza dell’operazione militare speciale.”

“Le attività di mobilitazione inizieranno oggi stesso.” Precisa la Tass.

“Se la sua integrità territoriale è minacciata, la Russia utilizzerà tutti i mezzi a sua disposizione, e questo non è un bluff”.

“La rosa dei venti – a detto Putin, facendo riferimento alle armi nucleari – potrebbe girare nella loro direzione”…

Putin alla Russia: Il decreto

Ecco il decreto riguardo “la mobilitazione parziale nella Federazione Russa” (traduzione effettuata tramite Google Transiate) 21 settembre 2022

“In conformità con le leggi federali del 31 maggio 1996 n. 61-FZ “Sulla difesa”, del 26 febbraio 1997 n. 31-FZ “Sulla formazione e mobilitazione alla mobilitazione nella Federazione Russa” e del 28 marzo 1998 n. 53- Legge federale “Sul servizio militare e il servizio militare” Decido di:

1. Annunciare una mobilitazione parziale nella Federazione Russa dal 21 settembre 2022.

2. Effettuare la chiamata dei cittadini della Federazione Russa al servizio militare per la mobilitazione nelle forze armate della Federazione Russa. I cittadini della Federazione Russa chiamati al servizio militare mediante mobilitazione hanno lo status di personale militare in servizio nelle forze armate della Federazione Russa in base a un contratto.

3. Stabilire che il livello di retribuzione dei cittadini della Federazione Russa chiamati al servizio militare mediante la mobilitazione nelle Forze armate della Federazione Russa corrisponda al livello di retribuzione del personale militare che presta servizio nelle Forze armate della Federazione Russa in base a un contratto.

4. I contratti per il passaggio del servizio militare stipulati da personale militare restano validi fino al termine del periodo di mobilitazione parziale, ad eccezione dei casi di revoca del personale militare dal servizio militare per i motivi previsti dal presente decreto.

5. Stabilire durante il periodo di mobilitazione parziale i seguenti motivi per il licenziamento dal servizio militare dei militari in servizio militare con contratto, nonché dei cittadini della Federazione Russa chiamati al servizio militare per la mobilitazione nelle forze armate della Federazione Russa:

a) per età – al raggiungimento del limite di età per il servizio militare;

b) per motivi di salute – in relazione al riconoscimento da parte della commissione medica militare come inabile al servizio militare, ad eccezione del personale militare che abbia manifestato la volontà di proseguire il servizio militare in posizioni militari che possono essere sostituite dal personale militare indicato;

c) in connessione con l’entrata in vigore di una sentenza del tribunale sull’irrogazione di una pena detentiva.

6. Al governo della Federazione Russa:

a) finanziare attività di mobilitazione parziale;

b) adottare le misure necessarie per soddisfare le esigenze delle forze armate della Federazione Russa, di altre truppe, formazioni e organismi militari durante il periodo di mobilitazione parziale.

8. I più alti funzionari degli enti costitutivi della Federazione Russa assicurano la coscrizione dei cittadini per il servizio militare per la mobilitazione nelle Forze armate della Federazione Russa nel numero e nei termini stabiliti dal Ministero della Difesa della Federazione Russa per ogni entità costituente della Federazione Russa.

9. Fornire ai cittadini della Federazione Russa che lavorano in organizzazioni del complesso militare-industriale il diritto di differire dalla coscrizione per il servizio militare per la mobilitazione (per il periodo di lavoro in queste organizzazioni). Le categorie di cittadini della Federazione Russa a cui è concesso il diritto al differimento e la procedura per concederlo sono determinate dal governo della Federazione Russa.

10. Il presente decreto entra in vigore dal giorno della sua pubblicazione ufficiale.”