Home Cronaca Cronaca Imperia

Posto di blocco Polstrada: catturato marocchino evaso a Sanremo

0
CONDIVIDI
Abdelhamid Salmane

Agenti della Polstrada stasera hanno catturato Abdelhamid Salmane, 25 anni, detenuto marocchino evaso stamane dall’ospedale Borea di Sanremo dove era stato portato per una radiografia per una sospetta tubercolosi.

Alla vista dei poliziotti, che avevano istituito un posto di blocco in centro a Sanremo, il nordafricano ha cercato di nascondere le mani sotto la felpa perché indossava ancora le manette. Poi ha tentato di scappare per via Fiume. Gli agenti lo hanno rincorso e catturato, trasferendolo poi nel vicino Commissariato della Città dei Fiori.

L’immigrato 25enne si trovava rinchiuso nel carcere di Valle Armea per tentato omicidio, ma risulterebbe che sia stato anche accusato di furto e spaccio di droga. Sarebbe dovuto uscire nel 2030. Secondo le Forze dell’ordine, il detenuto avrebbe un curriculum detentivo riottoso e violento. Il timore era che potesse essere un individuo ancora pericoloso per i cittadini. Da qui l’allarme e la caccia all’uomo con tutte le pattuglie a disposizione.

Abdelhamid Salmane venne arrestato nel 2013 a Genova con l’accusa di avere accoltellato quattro giovani italiani. Per gli inquirenti, si sarebbe scagliato con un grosso coltello contro i giovani italiani che si erano ribellati a un tentativo di rapina. Il 25enne li aveva fermati con la scusa di una sigaretta.

Stamane il marocchino avrebbe dato uno spintone a un agente della Polizia Penitenziaria riuscendo a divincolarsi e, con uno scatto da atleta, a scappare via ancora con le manette ai polsi.

“Ciò che è accaduto è vergognoso – ha riferito Michele Lorenzo, segretario del Sappe (Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria) – anche perché il numero di agenti che avevano potuto accompagnare il gruppo di 4 reclusi era di sole 5 unità. Tolto l’autista, c’era quindi un solo agente per detenuto quando invece, come da regolamento, dovrebbero essere due. E’ ovvio che una volta scappato, solo un poliziotto poteva inseguire l’evaso. E’ ora che il direttore del carcere Frontirré venga sostituito. Inoltre, l’ospedale di Sanremo non ha neanche una zona attrezzata per accogliere i detenuti”.