Home Politica Politica Genova

Porto Rapallo, Tosi: fare luce anche su progetto rifacimento molo dopo mareggiata 2000

0
CONDIVIDI
Mareggiata porto Rapallo (foto d'archivio)

“L’assessore competente Raul Giampedrone dovrebbe prendersi il tempo di leggere meglio i documenti che gli vengono sottoposti, e che egli firma, e documentarsi sulla storia recente in merito agli eventi meteo che hanno colpito la nostra regione negli ultimi decenni. Assolutamente doveroso per chi ha, tra le proprie deleghe, i Lavori pubblici, le Infrastrutture e la Protezione Civile”.

Lo ha dichiarato oggi il consigliere regionale Fabio Tosi (M5S).

“Perché dico questo? Perché – ha spiegato Tosi – nei giorni scorsi ho fatto richiesta di accesso agli atti per approfondimenti sul rifacimento del molo del Porto di Rapallo successivo alla mareggiata del 6 novembre 2000, che all’epoca aveva riportato ingenti danni strutturali.

Essendo questa anche materia regionale, mi sono rivolto ai responsabili degli uffici dell’assessore. I quali mi hanno informato che ‘non dispongono di copia di autorizzazioni rilasciate e relativi collaudi’ per ‘il progetto di rifacimento del molo successivo alla mareggiata dell’anno 2018’.

Mi ha divertito leggere che nella mia richiesta io avrei (cito) ‘erroneamente indicato nella nota anno 2000’ anziché anno 2018. Ma io non ho chiesto alcunché per la mareggiata dell’anno scorso.

Ho specificatamente chiesto lumi sull’anno 2000, quando Rapallo venne colpita da una mareggiata che causò il crollo del molo. Capisco che all’epoca lei aveva interessi forse più frivoli, dettati magari dalla giovane età, ma non sapere che 19 anni fa il molo di Rapallo subì danni notevoli in seguito a una mareggiata è grave.

E comunque, perché dovrei chiedere copia di autorizzazioni rilasciate e relativi collaudi per un progetto di rifacimento (quello da loro citato del 2018) i cui lavori devono ancora partire? Io so benissimo che si ottengono dopo, a lavori conclusi.

Detto ciò, la mia richiesta di documentazione resta invariata: attendo i menzionati documenti per poter far luce sul progetto di rifacimento del molo di Rapallo successivo alla mareggiata del 6 novembre 2000”.